L’agguato sul Lungotevere. Storia del colonnello Varisco all’UNAR

La presentazione del libro di Anna Maria Turi Domenica 7 Aprile 2019 ore 17.00 - 19.00, in via Ulisse Aldrovandi 16 a Roma
Redazione - 25 Marzo 2019

Domenica 7 Aprile 2019 ore 17.00 – 19.00, in via Ulisse Aldrovandi 16 a Roma, in ricordo del 40° anniversario dell’assassinio del Col. CC Antonio Varisco, si terrà la presentazione del libro L’agguato sul Lungotevere. Storia del colonnello Varisco (Edizioni Segno) di Anna Maria Turi.

Ne parleranno con l’Autrice

Gen. di Div. CC (ris) Dott. Raffaele Vacca, Medaglia d’Oro al Merito della Sanità Pubblica

Mons. Fabio Fabbri, Prelato d’Onore di Sua Santità, Cappellano Magistrale del Sovrano Militare Ordine di Malta, già Vice-Ispettore Generale dei Cappellani delle Carceri Italiane e braccio-destro di Mons. Curioni, Ispettore Generale

Dott.ssa Emanuela Piantadosi, Presidente associazione “Vittime del Dovere”

Dott. Giorgio Varisco, Esule da Zara – “Associazione dei Dalmati Italiani”

Moderatore: Dr. Philip Willan, Giornalista della Stampa Estera

Per vent’anni il Tenente Colonnello dei Carabinieri Antonio Varisco è stato il Comandante dei Tribunali di Roma nel periodo dominato dalla “strategia della tensione”, dai tentativi di colpo di Stato, dal terrorismo di Destra e di Sinistra, dalle vecchie e nuove organizzazioni criminali, dalle massonerie, dai Servizi deviati, dallo spionaggio e da una classe politica che ebbe in mano un potere spesso esercitato in maniera capziosa. Se la magistratura resse le fila delle maggiori inchieste e dei grandi processi sugli scandali di larga risonanza, sui rapimenti e sulle morti eccellenti, Varisco peraltro fu definito “Magistrato aggiunto” ed “Eminenza grigia” del Tribunale di Roma. Uomo bello, affascinante, amabile e amato, finora erano da rintracciare ruoli e responsabilità della

ANNA MARIA TURI – Laureata in Filosofia con la lode accademica presso l’università La Sapienza di Roma con una tesi sul pensiero del filosofo francese Maurice Merlau-Ponty, per circa vent’anni ha frequentato lo psicanalista Emilio Servadio, ispiratore e prefatore di alcuni suoi libri, diventando esperta anche di tematiche psicologiche e antropologiche. Nel frattempo, iniziata a diciassette anni la collaborazione con testate nazionali, firmava più frequentemente per il quotidiano Il Tempo, i periodici della Casa editrice Rizzoli e varie riviste di settore, spaziando dai campi più propriamente culturali a quelli di attualità. Per i casi della grande cronaca (caso Ior-Banco Ambrosiano, attentato al Papa, rapimento Orlandi, strage delle Guardie svizzere, ecc.) è apparsa con notizie e interviste esclusive sulle colonne de ‘Il Tempo’, ‘La Repubblica’ e ‘Panorama’. Le sue inchieste hanno spesso anticipato l’attenzione del pubblico e dei media per i problemi dei tempi, come quella sulle sette o nuovi movimenti religiosi e quella sull’infanzia violata. Accreditata presso la Sala Stampa della Santa Sede, ha curato per conto dell’Union Catholique Internationale de la Presse (UCIP) un dossier, destinato ai Governi, sulla condizione dell’infanzia abusata e abbandonata, con particolare riferimento alla situazione in America Latina. Ha viaggiato e viaggia molto, prima nell’Est europeo, poi in Sudamerica, oggi nel Nordafrica, realizzando servizi anche per riviste di geopolitica. Ha lavorato per reti televisive pubbliche e private. Come Presidente dell’Associazione ‘L’Albero del Sapere’, che ha meritato la Medaglia della Presidenza della Repubblica, ha organizzato congressi nazionali e internazionali su varie tematiche e ha istituito il Premio ‘Un diamante per la Ricerca’. E’ Autrice di più di trenta libri, tradotti in varie lingue.

 

INGRESSO LIBERO CON PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
L’evento si svolgerà in una sala dove sarà necessario rispettare il numero chiuso di max 100 (cento) partecipanti, perciò sarà possibile intervenire solo su prenotazione. Le richieste, complete di nome, cognome, indirizzo di posta elettronica e Associazione di appartenenza. Info: 349.5487626


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti