L’Agro Romano protagonista del convegno “Roma e la sua Campagna”

L'incontro organizzato dal Centro Studi Agro Romano nel Casale del Cavaliere
La Redazione - 19 Novembre 2013

SONY DSCVenerdì 15 novembre 2013 nella suggestiva cornice medievale del Casale del Cavaliere, si è svolto il convegno “Roma e la sua Campagna”, organizzato dal Centro Studi Agro Romano del Comune di Roma, la Scuola di Specializzazione in Beni architettonici e del Paesaggio della Facoltà di Architettura dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” e l’Associazione di volontariato culturale ‘Mica aurea’ .

Protagonista indiscusso dell’incontro l’Agro Romano, che con i suoi 2500 ettari, si estende intorno alla città di Roma costituendo un vero e proprio patrimonio culturale da preservare e valorizzare non solo per la sua produzione a livello agricolo, ma anche per il ruolo che questo territorio ha rivestito nelle diverse epoce dalla preistoria ai nostri giorni.

SONY DSCProprio sul tema della tutela di questa zona, considerata ossigeno per la periferia romana, si sono focalizzate le molteplici personalità che hanno voluto dare il loro contributo alla causa evidenziando come l’Agro Romano rappresenti un valido esempio di realtà multifunzionale. Partendo dalla tradizionale vocazione agricola, l’Agro Romano è un fiore all’occhiello nel settore del biologico, all’interazione con le associazioni di cittadini che permette di sviluppare in questo spazio diversi progetti di ricerca.

Per questo il Centro Studi Agro Romano all’interno di questo convegno chiede a gran voce una maggiore sensibilità da parte delle amministrazioni nei riguardi di questo territorio, ancora in gestione a Roma Capitale. Questa non sarà l’unica occasione in cui sarà trattato il problema della tutela dell’Agro Romano sono in programma nuovi incontri per estendere l’argomento anche in altri ambiti.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti