Laboratorio Analisi Lepetit

‘L’Assedio’ di Enzo Ciconte a Centoincroci a Centocelle

In via delle Palme 158 lunedì 10 maggio 2021 la presentazione del libro
V. L. - 11 Maggio 2021

Presso Centoincroci in via delle Palme 158 alle ore 18 di lunedì 10 maggio 2021 si è tenuta la presentazione del libro L’Assedio. Storia della criminalità a Roma da Porta Pia a Mafia capitale di Enzo Ciconte (Carocci Editore) a cura dell’Osservatorio per la Sicurezza e la Legalità della Regione Lazio.

Sono intervenuti: Enzo Ciconte, autore; Danilo Chirico, Associazione Da Sud; Gianpiero Cioffredi, Presidente dell’Osservatorio per la Sicurezza e la Legalità della Regione Lazio Storia della criminalità.

Un fatto privato ma a suo modo storico. Con Enzo Ciconte e sua moglie Adriana ci siamo di nuovo incontrati (dopo tantissimi anni, dagli anni settanta dello scorso secolo, a Torino, città delle nostre epiche lotte) e non ci siamo potuti neppure riabbracciare, ma solo darci di gomito affettuosissimamente. Ho di nuovo incontrato Giampiero Cioffredi che ho avuto modo di frequentare stringendo una bella amicizia, quando lui era impegnato nel V municipio. Mi resta questa dedica bella e sintetica di Enzo che ho riportato a casa e che conserverò insieme al suo libro che consiglio vivamente a quelli che si ostinano ad affermare che a Roma la mafia non esiste.

IL LIBRO. Roma è sotto assedio. Un lungo assedio criminale che comincia già dopo la breccia di Porta Pia, con l’imponente lottizzazione e con gli scandali della Banca Romana; si rafforza con la presenza di mafiosi di caratura internazionale dediti allo spaccio di droga dopo la fine della Seconda guerra mondiale; si organizza con la comparsa della banda della Magliana e infine dilaga con l’inchiesta Mafia Capitale, che ha puntato i riflettori su un’associazione a delinquere arrivata al cuore della politica e dell’amministrazione capitolina, e che tuttavia la Corte di cassazione non ha ritenuto di qualificare come mafia. Solo a Roma convivono forme tanto eterogenee di malavita, dalla violenza di strada alla criminalità locale evoluta in organizzazione mafiosa, o che agisce con modalità mafiose, alle mafie storiche come cosa nostra, camorra e, soprattutto, ‘ndrangheta. Sotto attacco continuo, la città non è stata mai definitivamente espugnata da un solo potere criminale. Per la prima volta, questo libro, a firma di uno fra i massimi esperti di criminalità organizzata, fa luce sul groviglio di interessi e sull’anima oscura della città, lì dove traggono forza i poteri che per conquistarla si sono di volta in volta alternati, combattuti e alleati.

L’AUTORE. Fra i massimi esperti in Italia delle grandi associazioni mafiose, è docente a contratto del corso di “Storia della criminalità organizzata” presso l’Università di Roma Tre.
È stato deputato nella X Legislatura (1987-1992) per il Partito Comunista Italiano, membro della Commissione giustizia e consulente presso la Commissione parlamentare antimafia a tempo pieno per undici anni (1997-2008) e a tempo parziale dal 2010, ha realizzato numerosi studi relativi alla penetrazione delle mafie nel nord Italia.
Autore di libri sul tema della criminalità organizzata, Ciconte ha pubblicato con Rubbettino editore nel 2010 un libro intitolato ‘Ndrangheta padana, che per primo ha messo in relazione la rete di illeciti perpetrati quotidianamente in Lombardia e al nord con la complicità degli amministratori locali e di una intera classe politica.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti