Lavori pubblici nel V Municipio, chi li segue?

I lavori stradali nel territorio si rivelano per residenti, commercianti ed automobilisti, un evento quasi da maledire
Alessandro Moriconi - 3 dicembre 2018

Purtroppo da un po’ di tempo a questa parte i lavori stradali che si fanno sul territorio del Municipio Roma V si rivelano per residenti, commercianti ed automobilisti, un evento quasi da maledire.

Qualche giorno prima dell’apertura del cantiere viene piazzato il classico nastro con appeso la DD in cui viene indicato oltre all’inizio dei lavori e l’avviso di divieto di sosta per le auto, anche la durata presunta dei lavori. Fin qui tutto normale, peccato però che da quel momento, la cittadinanza che deve convivere con i cantieri inizi a mandare improperi all’indirizzo dell’impresa, dei tecnici municipali e della politica locale che, a detta dei cittadini, si comporta come se i lavori e i disagi riguardassero un’altra città.

Non un agente della Polizia locale a controllo della viabilità e neppure il personale delle imprese a far capire visivamente che ci si trova nel bel mezzo di un’area cantiere con tutti i rischi che questo può comportare. Ala faccia delle normative sulla sicurezza.

Con l’ultimo lavoro poi, quello del rifacimento del manto stradale in via dei Castani a Centocelle si è andati bel oltre e alle mancanze già citate si è aggiunta quella del disagio ai pedoni e ai commercianti che si sono visti spostare quasi dentro i negozi i maleodoranti cassonetti dei rifiuti urbani: un vero e proprio dramma, vista la scarsa efficienza della municipalizzata romana.

Venerdì i lavori erano praticamente terminati, mancava solo il rifacimento della segnaletica orizzontale e residenti e commercianti avevano già tirato un sospiro di sollievo immaginando i marciapiedi e le attività liberi dai maleodoranti cassonetti e questo anche per la prima apertura  domenicale del mese di dicembre. Invece nulla di tutto questo e dei politici locali neppure l’ombra.

Non ci resta da sperare che, dai prossimi cantieri su sede stradale, le cose vadano meglio e che comunque venga almeno rispettata la legge.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti