Lavori stradali in corso a Colli Aniene. Chi controlla la loro esecuzione?

L'annoso problema del mancato ripristino delle strade a fine lavori prosegue, perdura e si aggrava
Federico Carabetta - 21 Ottobre 2020

20 ottobre 2020 – Ancora in corso a Colli Aniene i lavori per la deposizione di cavi a fibra ottica per l’ammodernamento della rete telefonica a banda ultra larga. Assistiamo così ad un altro duro colpo inferto alle strade del quartiere. Ed è da auspicarsi questa volta l’intervento del Municipio con gli enti territoriali preposti, per scongiurare l’ultimo definitivo disastro per la viabilità locale..

Da qualche mese infatti, varie ditte incaricate da società fornitrici di servizi primari, hanno praticato, nella maggior parte delle strade, nuove e numerose buche di varia ampiezza. Buche che, appena terminato ciascun intervento, sollecitamente sono state ricoperte. Ed è proprio su quest’ultima fase che abbiamo raccolto il dissenso di numerosi collianiensi e ne abbiamo documentato la fondatezza. “Dove sono i tecnici del municipio?” – ci siamo chiesti insieme con i cittadini – “Quell’asfalto non è idoneo, di più, deposto a freddo, non livellato e compattato a dovere, non resisterà molto al traffico e alle intemperie”. Insomma il doveroso ripristino del manto stradale, nella quasi maggioranza dei casi, è ritenuto eseguito “ad mentula canis”, non rispondente cioè a quelle belle “regole dell’arte” che dovrebbero ottenere l’approvazione del Municipio perché tali da riportare il tutto allo stato originario.

Riportare il tutto allo stato originario: qui è la piaga. Le strade di Colli Aniene mostrano oltre l’usura ordinaria e straordinaria, aggravata dall’incuria di decenni, danni molto più gravi vergognosamente rappezzati con toppe e riasfaltature burla che si sono presto disfatte alterando tutto il manto stradale circostante. Non temiamo smentite perché è tutto lì scritto, inequivocabilmente, nello stato malconcio della rete viaria. A questo punto riteniamo sia tempo di interrompere una buona volta questo andazzo perverso ed additare i responsabili di questo sconcio ormai consolidato: i fornitori dei servizi primari, i cosiddetti sottoservizi stradali come le reti di energia elettrica, gas, telecomunicazioni e fognature,

Farmacia Federico consegna medicine

Ci siamo perciò finalmente decisi a smettere le consunte lagnanze sulle buche e sulle toppe vecchie e nuove e, sulla scorta della messe di foto realizzate, far seguire a questo articolo, un dossier-denuncia dettagliato finalizzato a mettere fine a questo fenomeno che si protrae da molto, troppo tempo, e che vede la situazione della viabilità sempre più disastrata con le finanze comunali sempre più gravate e sempre più lontane dall’obiettivo.

La prima parte di questo dossier potrà intitolarsi “Come muore una strada”, la seconda parte un j’accuse, una denuncia circostanziata all’opinione pubblica tesa a far luce su come certi politici e certi amministratori vecchi e nuovi hanno inteso vigilare e governare la città Capitale d’Italia. Scegliamo e pubblichiamo solo alcune foto esemplificative delle cause e degli effetti della manomissione della maggior parte delle strade collianiensi e dello scellerato modo di riportarle allo stato originario.


Commenti

  Commenti: 1


  1. Ho seguito giorno per giorno l’evolversi della pose della fibra a Colli Aniene da parte di Open Fiber.
    Ho un’infinita documentazione fotografica che dimostra quanto gli appalti siano stati dati ad armate Brancaleone e quanto sia esplosa improvvisamente la nevrosi della fibra da installare in ogni luogo ed ad ogni costo e nel minor tempo possibile. Persino gli interventi fatti negli edifici sono stati un disastro.
    Mi chiedo il perchè di tutta questa fretta e la conseguente linea approssimativa e non professionale,

Commenti