Lazio, mercato stagnante con l’ombra del PSG su Milinkovic-Savic

I. H. - 1 Luglio 2019

Dopo un’annata non brillantissima in campionato, divenuta indimenticabile grazie al prezioso sigillo messo a segno con la conquista della Coppa Italia, i tifosi laziali si augurano di vivere una stagione con minor patemi in ottica piazzamento europeo, che nell’annata appena andata in archivio è stato ottenuto solo per aver alzato al cielo il “portaombrelli“. Prospettiva utopistica stando alle sirene provenienti dal calciomercato, che vedono la società di Lotito poco attiva sia in entrata che in uscita.

Eppur (la dirigenza) si muove: Lazzari obiettivo primario

Siamo solo a fine giugno: il mercato di Serie A chiude il 2 settembre 2019, tempo per rinforzare la rosa non manca. Igli Tare, inviso a parte della tifoseria per il rapporto strettissimo che lo lega a Lotito, ha dimostrato ampiamente le proprie doti manageriali, rilevandosi bravissimo nel fare di necessità virtù, regalando preziose plusvalenze al bilancio biancoceleste.
Ad oggi, però, tutto sembra tacere: oltre all’acquisto di Bobby Adekanye, arrivato a parametro zero dalla squadra riserve del Liverpool, non si registrano altre operazioni alla casella acquisti.

Qualche tifoso laziale, spazientito dall’operato della propria dirigenza, ha lanciato una provocazione: consultare la lista casino e giocare alla roulette lo somma destinata all’abbonamento, che potrebbe essere foriera di maggiori soddisfazioni. D’altronde, le vincite in questi portali sono all’ordine del giorno e il trend di appassionati ai giochi proposti sono in netta crescita.

Un nome caldo in entrata, però, pare esserci e porta dritto verso Ferrara: Manuel Lazzari.
Entrato nel giro della nazionale maggiore dopo due ottime annate nella massima serie, specie l’ultima dove si è rivelato il terzino col maggior numero (8) di assist vincenti, potrebbe calzare a pennello nel 3-5-2 di Simone Inzaghi, modulo nel quale ha dimostrato ampiamente di essere a suo agio durante l’epoca Semplici in casa Spal; la fascia destra, oltretutto, dev’essere necessariamente rinforzata dopo l’addio di Dusan Basta, svincolatosi al termine di questa stagione e il non riscatto di Romulo (che non ha gradito “Le scelte vengono fatte e devono essere rispettate, anche se sono difficili da comprendere”).
La trattativa prosegue a ritmi serrati, ma la fumata bianca tarda ad arrivare a causa delle richieste del club estense, disposto a privarsi del proprio gioiello per non meno di 15 milioni, cifra ritenuta eccessiva dal club romano.

Il PSG piomba su SMS, Lotito non scende da quota 100

Lazio-Frosinone 1-0Se la voce acquisti è poco movimentata, quella cessioni non lo è da meno, con gli addii dei soli Radu e Basta giunti a scadenza di contratto.
I principali rumors in uscita, come storicamente avviene in casa biancoceleste, riguardano i pezzi grossi del roster a disposizione di Mister Inzaghi: Ciro Immobile e Sergei Milinkovic-Savic.

L’attaccante campano, reduce da una stagione in chiaroscuro, è stato accostato ad alcuni club cinesi, pronti a ricoprirlo d’oro pur di averlo alle proprie dipendenze. Ma la voglia di competere ancora ad alti livelli e il rischio di godere di minore considerazione da parte di Mancini nell’anno che porta agli Europei, rappresentano dei validissimi deterrenti allo sbarco di Ciruzzo all’ombra della Grande Muraglia.

Inter-Lazio 0-1A preoccupare seriamente i tifosi laziali, invece, sono le voci provenienti da Parigi: il ritorno di Leonardo in seno alla dirigenza qatariota, uomo da sempre molto attivo ed attento al mercato italiano, potrebbe agevolare l’approdo di Sergei sotto la Torre Eiffel.
Trattare con Lotito, com’è noto, è tutt’altro che semplice: il presidente biancoceleste avrebbe rispedito al mittente una prima offerta di 60 milioni, facendo intendere che la trattativa vera e propria potrebbe partire solo alzando la posta a 100, cifra alla quale lo scorso anno si avvicinò il Real Madrid.
Il PSG non intende allentare eccessivamente i cordoni della borsa, ma pare aver dato la propria disponibilità ad incrementare l’offerta a 65 milioni con l’inserimento di Kurzawa, terzino sinistro che impressionò con la maglia Monaco, poco considerato attualmente da Tuchel; la contropartita tecnica, oltretutto, sembra riscontrare il gradimento di Inzaghi.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti