Lazio Napoli 2-4. A.A.A. centrale cercasi

Uniche note positive della serata Radu e Konko, Perea e il fantastico Keita
di Davide Sperati - 3 Dicembre 2013

Il problema della Lazio non è la sconfitta di stasera contro il Napoli, che poteva essere già messa in conto, ma gli errori troppo banali e plateali dei centrali di difesa. Questo è il vero problema dei pionieri romani. Il male principale della formazione di Petkovic; provate a dare al tecnico di Sarajevo, oltre a Biava, un altro centrale da prime posizioni e vedrete come la stagione della Lazio cambierebbe rotta.
Insomma, un film già visto e rivisto troppe volte in questo primo scorcio della stagione e in questi dieci anni di gestione Lotito, una gestione che più di questo non riesce a fare.

La Lazio ha giocato bene, ma gli errori individuali hanno reso vano il lavoro di tutti gli altri giocatori e non di meno quello di Petkovic, fin troppo criticato.

I punti non arrivano, ma nessuno ricorda che anche stasera alla Lazio mancavano tre titolarissimi come Klose, Mauri e Biava ovvero: il bomber, l’assistman e la torre di guardia. Può sembrare un titolo di un film ma non è così. A Torino, domenica prossima, torneranno il bomber e il difensore, ma non è detto che si vinca; di sicuro aumenteranno le probabilità, questo si.

Uniche note positive della serata Radu e Konko, Perea e il fantastico Keita.

Striscione tifosi Lazio

Primo Tempo

Al 5′ grande azione della Lazio con Lulic che pennella un cross perfetto per Candreva che liberatosi di un uomo calcia di sinistro con palla che sfiora il secondo palo.

Lazio ancora in avanti al 16′ con un’azione insistita di Brayan Perea che serve Hernanes, il cui tiro fiacco termina nelle braccia di Reina.

Adotta Abitare A

Al 18′ ancora protagonista Perea che serve l’arrembante Konko che dal limite calcia di poco fuori.

Al 23′ goal del Napoli. Intervento dubbio di Inler a centrocampo palla in profondità per Higuian che prima salta Cana e poi resiste alla pressione (blanda) di Ciani per la rete dell’uno a zero.

Ma la Lazio pareggia subito il conto delle reti: Hernanes largo per Candreva che scodella in mezzo un cross tagliente, Perea ancora pericoloso, palla che rimbalza sul piede di Behrami e Reina battuto.

Al 36′ goal annullato ancora a Higuain per fuorigioco netto.

Al 39′ occasione Lazio con Hernanes che in velocità arriva davanti a Reina ma troppo scoordinato per colpire bene la sfera che poi finisce fuori.

Ultima azione del primo tempo nel segno della Lazio che si rende pericolosa ancora con Candreva che, dopo aver soffiato palla ad Armero s’invola sulla fascia lasciando partire un rasoterra che sfiora il palo.

Secondo Tempo

Nella ripresa subito Lazio pericolosa con un’incursione personale di Hernanes il cui tiro però finisce di un soffio fuori dal palo coperto da Reina.

Al 50′ però il Napoli passa di nuovo in vantaggio grazie a un tiro di Pandev che in mischia segna la rete del due a uno.

Il Napoli al 59′ ha l’occasione per chiudere il match ma il rasoterra di Higuain esce di un soffio, attraversando tutta l’area laziale.

Petkovic corre ai ripari togliendo Gonzalez per Floccari.

La Lazio c’è ma i suoi non finalizzano mai la stoccata decisiva come quando al 65′ Lulic tentenna troppo per poi tirare in modo debole.

Al 71′ il Napoli chiude il match grazie a un errore di Cana e alla freddezza di Higuain che non fallisce dinnanzi al povero Marchetti.

Nel finale da annotare la bellissima rete messa a segno dal giovane Keita che accorcia momentaneamente le distanze perché poi Callejon, nei minuti di recupero, porta a quattro le rete partenopee.

Le pagelle di Lazio-Napoli 2-4

Lazio

Marchetti 6. Forse poteva azzardare l’uscita in occasione del secondo goal subito ma stiamo nel campo delle ipotesi.

Konko 6,5. Quando non è infortunato è un signor giocatore.

Cana 3. Colpevole sia nel primo goal che nel terzo. Una serataccia.

Ciani 3. Nel primo goal di Higuain oltre che lento risulta anche troppo ingenuo. Sul goal finale commette un errore da oratorio.

Radu 6,5. Contiene egregiamente Callejon.

Biglia 6. Ordinato e bravo nel far girare il pallone. Forse è il meno peggio tra i nuovi acquistati. (Dal 81′ Onazi sv).

Gonzalez 6. Finalmente una buona prestazione. (Dal 61′ Floccari 5).

Hernanes 5. Non marca Callejon in occasione del goal di Pandev. Per il resto ci prova ma senza fortuna.

Candreva 6. Meno egoista del solito ma purtroppo poco preciso nelle conclusioni.

Lulic 4,5. Uno dei peggiori tra la compagine biancoceleste. (Dal 69′ Keita 7. Entra e regala un goal di pregevole fattura).

Perea 6. Nel primo tempo delizia il pubblico con tocchi prelibati mettendoci anche lo zampino nel goal del pareggio. Cala nella ripresa.

Napoli

Reina 6

Maggio 6,5

Albiol 7

Britos 6,5

Armero 5,5

Behrami 6

Inler 7

Callejon 6,5

Pandev 6,5. (Dal 73′ Dzemaili 6)

Insigne 5,5

Higuain 7,5. (Dal 85′ Mertens sv).

Arbitro

Bergonzi 6,5


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti