Sport  

Lazio, ottimo l’esordio

Vittoria difficile a Bergamo (1-0) che dà fiducia e consapevolezza
di Davide Sperati - 27 Agosto 2012

Petkovic non ha sbagliato l’esordio. É questa la notizia principale. La seconda notizia è che la Lazio espugna Bergamo senza troppa fatica dimostrando un’ottima intelaiatura di squadra.
L’unico vero brivido che corre la compagine capitolina è al terzo minuto quando la formazione bergamasca colpisce il palo sugli sviluppi di un calcio d’angolo.
Per il resto Petkovic (stasera in stile “Portocervo”) debutta nella serie A nel miglior modo possibile.
I primi minuti sono dominati dalla formazione lombarda e il primo tiro su azione porta la firma di Maxi Moralez che si beve Konko sulla fascia destra e quasi indisturbato calcia a botta sicura. Molto bravo Marchetti a deviare in angolo.
Però col passar dei minuti la Lazio cresce e infatti al 17′ passa in vantaggio: Klose semina il panico servendo largo a sinistra Mauri che, intelligentemente la butta in mezzo per Hernanes puntuale alla deviazione in rete. Dopo il vantaggio i bergamaschi accusano il colpo mentre i romani collezionano diverse azioni pericolose nel giro di qualche minuto.

Rispetto alla Lazio di Edy Reja il talento verdeoro sembra muoversi meglio. Infatti Hernanes gioca dieci metri dietro, lontano dai tacchetti dei difensori e dove i ritmi sono più lenti. Tutto ciò favorisce una visione di gioco più ampia che porta la Lazio ad avere più qualità. Tra l’altro non è stato neanche sostituito nel corso della gara come spesso accadeva nella scorsa stagione.
L’Atalanta accusa il colpo e si fa viva con una punizione dal limite di Moralez (il migliore dei suoi), ben deviata in angolo da Marchetti. A cospetto della gara molto corretta, la Lazio finisce il primo tempo con tre ammoniti: Mauri, Lulic e Klose.

Nella ripresa la formazione di Vladimir Petkovic inizia bene e per poco non sfiora il raddoppio in due occasioni: prima con un gran tiro al volo di Gonzalez dal limite e subito dopo con Klose che cicca sotto porta la palla del due a zero.
Il primo quarto della ripresa passa senza troppi clamori e ciò che viene in mente della nuova Lazio è anche la posizione del Tata Gonzalez che, non essendo troppo dotato tecnicamente, viene messo al centro a fare da filtro, anziché sulla fascia come lo scorso anno. Nella seconda frazione il calo delle squadre è evidente.
Petkovic vede che la sua creatura è stanca e a dieci minuti dalla fine toglie un ottimo Mauri per Onazi e Cana per Gonzalez.
I biancocelesti nella seconda parte della ripresa abbassano troppo il ritmo anche se la formazione di casa non fa un granché e in diverse occasioni lì dietro si rischia un po’ troppo. Il centrocampo non supportava più l’attacco e a tratti sembrava che il pareggio potesse arrivare da un momento all’altro.
Però così non è stato, e la Lazio è riuscita a partire alla grande in questo campionato 21012/2013. A Bergamo poche squadre vinceranno. La Lazio è già una di queste.

Lazio
Marchetti 7. Bravo su Moralez al 11′ e al 31′. Mezzo miracolo su Denis al 76′.
Konko 5. Il peggiore dei suoi. Soffre tanto Maxi Moralez sulla destra.
Dias 6,5. Lo avevamo lasciato nervoso e fuori forma. Stasera è apparso ordinato e pulito.
Biava 6. Marca bene Denis.
Lulic 6,5. Annulla Schelotto.
Ledesma 6. Le solite due-tre leggerezze ma tutto sommato merita la sufficienza.
Gonzalez 6 Non si nota molto ma fa un buon lavoro d’interdizione. (Dal 85′ Cana sv)
Mauri 6,5. Capitano dotato di un’intelligenza sopraffina. Al 17′ sforna il primo assist della stagione. (Dal 79′ Onazi 6).
Hernanes 7. Un centrocampista che segna come un attaccante, cosa volete di più?
Candreva 5,5. Corre tanto nel primo tempo ma a vuoto. Nel secondo neanche corre più. (Dal 89′ Scaloni sv).
Klose 6,5 S’inventa il goal dell’uno a zero.

Atalanta
Consigli 6
Bellini 5,5
Lucchini 5,5
Peluso 5,5
Brivio 6
Schelotto 5. (Dal 66′ Troisi 6).
Cigarini 5
Biondini 6. (Dal 90′ Cazzola sv).
Bonaventura 5. (Dal 73′ Parra 5,5).
Moralez 7
Denis 6

Arbitro
Gervasoni di Mantova 7,5

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti