Lazio-Torino 0-2. Alegria Brasileira, show di Felipe Anderson

Ancora una prova sontuosa del giocatore biancoceleste che realizzando due reti trascina la Lazio sola al terzo posto
di Davide Sperati - 17 Marzo 2015

Ancora una prova sontuosa del brasiliano che realizzando due reti, trascina la Lazio sola al terzo posto.

LAZIO

Marchetti 7 – Bravo al 27′ del primo tempo quando respinge il colpo di testa di Amauri. Ottimo invece, nel secondo tempo, il tuffo sul tiro di Darmian che vale quanto un gol.
Basta 6 – Sull’out di destra gioca bene ma al 28′ si fa sorprendere dal taglio di El Kaddouri per Gaston Silva. A inizio ripresa ci prova dalla distanza ma Padelli blocca in due tempi.
De Vrij 7 – Sontuoso nei disimpegni, elegante nelle ripartenze palla al piede. Il difensore più forte dell’ultimo mondiale, a volte ricorda Nesta. Insomma non uno qualunque.
Mauricio 6,5 – Anche stasera, prestazione più che positiva per il centrale acquistato nel mercato di riparazione. Terza partita senza subire reti.
Radu 6,5 – Continua il suo buon momento di forma. Concentrato per tutti i novanta minuti, non sbaglia praticamente nulla.
Parolo 6 – Partita non brillantissima quella disputata stasera. La sua grande intelligenza tattica e la posizione più arretrata – soprattutto nella ripresa – gli consentono di gestirsi in completa autonomia senza recare problemi alla zona mediana. È sua l’unica conclusione del primo tempo.
Biglia 6,5 – Recupera tantissimi palloni giocando sempre corto coi compagni di reparto. Cose semplici ma molto funzionali per il nazionale argentino che è sempre più un perno imprescindibile di questa Lazio.
Cataldi 6 – Gara un po’ difficile per il centrocampista “Romano de Roma” che viene sostituito alla fine del primo tempo. Una prestazione dedicata soprattutto alla fase difensiva per combattere contro il folto centrocampo granata. Comunque non eccede mai in leziosismi superflui. Dal 55′ Onazi 6,5 – Finalmente la serata di Eddy Onazi è arrivata. Una mezz’ora abbondante in cui il nigeriano fa legna in mezzo al campo, sgravando un po’ il lavoro dei compagni di reparto.
felipe anderson torino lazio 0-2Felipe Anderson 8 – FA7. Alziamoci in piedi dinnanzi a questo giocatore che ad oggi, possiamo considerare un campioncino bello e buono. Una classe infinita che è sempre lì pronta per sfociare da un momento all’altro del match. Nell’occasione del primo gol realizzato, riceve palla poco dopo il centrocampo, alza la testa e punta la porta del povero Padelli, senza che nessuno riesca a prenderlo. Nella seconda, capitalizza con freddezza, un ottimo assist di Klose; un sinistro esplosivo che va ad infilarsi sul secondo palo. Dal 78′ Ederson 6 – Un quarto d’ora che fa morale.
Klose 6,5 – Quando non segna fa segnare. Anche quella di stasera è stata una prova più che positiva per il campione del mondo tedesco che sembra abbia trovato lo smalto dei giorni migliori.
Mauri 5,5 – Contro un Toro molto chiuso nella propria metà campo, non riesce ad inventare un granché. Dal 55′ Keita 6 – Bravo a procurarsi nitide palle gol, ma meno nel ribadirle in rete. Anche contro il Torino lo spagnolo – subentrato nella ripresa – avrebbe potuto realizzare la prima rete di questo campionato che ormai tarda ad arrivare.

TORINO

Padelli 6,5
Maksimovic 6
Jansson 6,5
Bovo 6
Bruno Peres 5
Benassi 5,5
Basha 6,5 – Dal 77′ Farnerud s.v.
El Kaddouri 6
G. Silva 6,5 – Dal 61′ Darmian 6
Amauri 6
Martinez 5 – Dal 61′ Maxi Lopez 5

ARBITRO

Orsato di Schio 7 – Episodio dubbio in area laziale al 66′, ma il contatto tra Parolo e Jansson non sembra da rigore. Per il resto gara molto corretta e senza episodi dubbiosi, anche per merito delle formazioni in campo.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti