Lazio Trabzonspor 0-0. Qualificazione amara

La gara europea dei biancocelesti finisce a reti inviolate
di Davide Sperati - 13 Dicembre 2013

Fischi, cori di scherno e la delusione dei tifosi sono gli aspetti da raccontare nel vuoto di questa scialba gara europea che, evidentemente non interessava a nessuno, visti i pochissimi tifosi presenti.
Una partita orribile, un’impotenza plateale, con i nervi dei giocatori sempre più a pezzi. Questa è stata Lazio – Trabzonspor, partita finita a reti inviolate.

La solita collezione di calci d’angolo non produce nessun effetto, i soliti cross dal fondo per la testa di quale gigante d’area? Non si capisce più il gioco adottato da Petkovic che anche stasera ha perso ulteriori chance per rimanere sulla panchina biancoceleste. Il tecnico è in completa confusione e se domenica non vincerà la gara contro il Livorno, sarà quasi impossibile continuare a difenderlo. Manca un gioco, uno schema sui calci da fermo, niente di niente.

454285665_19277_immagine_obigPrimo Tempo

Che vede, come spesso e purtroppo capita quest’anno, la Lazio condurre il gioco ma senza raccogliere nulla di concreto, soprattutto nella fase finale in cui fioccano le occasioni più ghiotte. Infatti la prima vera occasione della Lazio arriva al 39′ con un calcio d’angolo dell’ottimo Keita e seguente colpo di testa del rientrante Biava che sfiora di poco il palo. La Lazio spinge il piede sull’acceleratore e dopo qualche minuto va ancora vicina al vantaggio in due occasioni: prima con la rovesciata maldestra di Ederson finita fuori di un soffio e poi con il tiro di Anderson che dal limite calcia alto.
Certo che se Petkovic ha le sue colpe anche i giocatori hanno le loro.

Secondo Tempo

Nella ripresa non succede praticamente nulla se non gli ingressi di Candreva, Hernanes e Klose.
La formazione italiana ci prova senza mai essere pericolosa, la compagine turca invece si difende con ordine senza mai subire troppo.
La Lazio in virtù di questo risultato si qualifica per i sedicesimi di Europa League chiudendo il girone a 12 punti, sotto il Trabzonspor posizionatosi primo con 14 punti.

Lunedi 16 dicembre a Nyon alle ore 12, ci sarà il sorteggio e la possibile avversaria che uscirà dall’urna sarà una tra queste: Valencia, Ludogorets, Salisburgo, Rubin Kazan, Eintracht Francoforte, Genk, Siviglia, Lione, Tottenham, Az Alkmaar, Benfica, Shakhtar Donetsk e Basilea.

Le pagelle di Lazio – Trabzonspor 0-0

Adotta Abitare A

Lazio

Berisha 6. Partita da spettatore non pagante;

Cavanda 6,5. Sulla fascia destra è un fulmine;

Biava 7. Rientra dopo quasi tre mesi sfiorando addirittura il goal nel primo tempo;

Novaretti 6. Tiene bene la posizione;

Radu 6. Poco lavoro sulla fascia sinistra;

Ledesma 6,5. A differenza di Biglia è decisamente più inserito nei meccanismi della squadra, godendo anche di maggior fiducia da parte dei compagni;

Onazi 5. Perde troppi palloni banali. (Dal 64′ Hernanes 5);

Felipe Anderson 6. Buona prestazione soltanto dal punto di vista tattico. (Dal 58′ Candreva 6);

Keita 6,5. Anche stasera dimostra il suo buono stato di forma;

Ederson 5,5. Stasera è più pimpante del solito e va vicino al goal in diverse occasioni. (Dal 74′ Klose 6);

Floccari 5. Tra i giocatori del reparto avanzato è il meno in forma;

Trabzonspor

Kivrak 6,5

Bosingwa 6

Bamba 6,5

Yumlu 6,5

Demir 5,5

Colman 6

Akgun 6

Adin 6

Malouda 6

Alanzinho 5 (Dal 64′ Erdogan 5,5)

Henrique 6 (Dal 86′ Gural sv)

Arbitro: Turpin 7

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti