Sport  

Lazio un punto di platino allo Juventus Stadium

La partita finisce 0-0. La Juve non riesce a superare un super Marchetti
di Davide Sperati - 18 Novembre 2012

Un po’ come lo scorso anno con Reja, ma quest’anno è andata leggermente meglio, sia come confronto in campo, sia come il punteggio finale, che vede la formazione di Petkovic uscire con un punto pesantissimo dallo Juventus Stadium.
Sabato 17 novembre 2012 la Juve ha dominato dal primo all’ultimo minuto ma la difesa biancoceleste regge bene l’urto e, sui 3-4 tiri che gli sfuggono, Marchetti è divino. In ordine di tempo il portiere di Bassano del Grappa è, super al 18′ su tiro rasoterra di Giovinco, è magico al 61′ su tiro di Marchisio deviato da Quagliarella e è impeccabile al 78′ sul tiro dal limite sempre del centrocampista bianconero.

Una Lazio che ha cercato di giocare e lo si è visto anche quando il suo mister ha tolto Brocchi per Ederson dopo dieci minuti della ripresa ma la Juve ha mostrato una condizione atletica di un’altra categoria. Vidal su tutti sembrava avere un cinquantino tra le gambe e poi i vari Marchisio (oggi marcato stretto), Pogba non ancora ai livelli di Pirlo e Isla con Asamoah, hanno schiacciato i volenterosi Brocchi, Ledesma e Gonzalez. Volenterosi si, ma deficitari in struttura fisica e qualità tecnica rispetto agli avversari.
I soli Klose ed Hernanes, marcatissimi dai tre giganti bianconeri hanno sofferto molto e anche Candreva si è visto pochissimo li davanti, pur dando una grandissima mano a Konko sulla fascia destra, oggi più attento in marcatura. Lo stesso dicasi per Radu (anche lui oggi tornava titolare dopo 7 mesi), che sulla sinistra ha coperto alla perfezione, dando spesso una mano ai due centrali Biava e Ciani. Quest’ultimo entrato dopo appena venti minuti per dare il cambio a Dias uscito per un infortunio alla caviglia. Molto scetticismo durante il cambio affievolito però col passar dei minuti. Infatti quella di stasera si può considerare come la migliore prova del centrale francese dall’inizio della stagione.
Oltre a Marchetti a fermare i campioni d’Italia ci si è messa anche la traversa colpita da Bonucci al 74′ dagli sviluppi di un calcio d’angolo. Ma il secondo tempo è stato leggermente più equilibrato o meglio, con l’ingresso in campo di Ederson al 56′, la manovra dei romani a tratti ha respirato. Uno come Matuzalem avrebbe fatto comodo, eccome.

Comunque c’è da dire che non tutti usciranno indenni dallo Juventus Stadium e inoltre c’è anche da considerare che Radu e Brocchi tornavano titolari dopo più di sei mesi. A questi due aggiungiamoci anche Ederson, rientrato oggi dall’infortunio dopo 3 settimane. Infine la qualità degli avversari, non a caso campioni d’Italia, hanno messo a dura prova la competenza degli atleti laziali che però terminano l’incontro senza subire reti. Non accadeva dalla trasferta di Pescara finita tre a zero.
Da segnalare che Petkovic a fine partita ha battibeccato con un tifoso che gli ha detto di tornare nella sua patria. Anche nell’elegante Torino qualche cafone di troppo non manca mai. Qui prima di fare gli stadi all’inglese dovremmo acquisire la loro civiltà e il loro self-control.
Ora Giovedì contro il Tottenham un altro scontro difficile per continuare o addirittura chiudere in anticipo la pratica europea.
Dai Lazio fai come il tuo inno, non mollare mai.

Lazio
Marchetti 8. Perfetto. Miracoli veri al 18′ su Giovinco e al 61′ su Quagliarella.
Konko 6,5. Bene su Asamoah e company.
Dias 6. Esce per infortunio alla caviglia. (Dal 19′ Ciani 7. Finalmente decisivo e utile alla causa)
Biava 7. Anche lui come il compagno si comporta in maniera egregia.
Radu 6,5. Finalmente la fascia sinistra è coperta ed ora Lulic può giocare più avanzato.
Ledesma 5. Sbaglia quasi tutti i passaggi. Mai in gara strozzato da Marchisio e Vidal.
Gonzalez 6. El Tata è braccato e fa quel che può
Brocchi 5. Prima da titolare dopo nove mesi, per giunta contro la Juve a Torino. (Dal 56′ Ederson 6. Un po’ di qualità per far respirare la manovra).
Hernanes 5,5. Gara dura anche per lui.
Candreva 6. Tanta corsa sulla fascia a dar manforte al suo compagno Konko.
Klose 5,5. I suoi compagni non lo supportano a dovere, impegnati troppo a bloccare le folate degli avversari. (Dal 80′ Kozak sv)

Juventus
Buffon 6,5
Chiellini 7,5
Barzagli 7
Bonucci 7,5
Isla 6. (Dal 69′ Pepe 5,5)
Vidal 8
Pogba 6,5 (Dal 83′ Bendtner sv)
Marchisio 7
Asamoah 6
Quagliarella 6 (Dal 59′ Matri 5)
Giovinco 7

Arbitro
Orsato di Schio 7


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti