Le lingue locali d’Italia protagoniste di Ischitella-Gargano Letteratura 2012

Nel reading e nella premiazione dei poeti Marcello Marciani, Salvatore Bommarito, Lia Cucconi. Assegnati i premi "La cruedda"
Enzo Luciani - 24 Luglio 2012

Gargano Letteratura 2012 si è articolato con successo in due serate.

La prima sabato 21 luglio nella suggestiva cornice dell’hotel Bufalara in località Isola Varano nella frazione di Foce Varano (comune di Ischitella) e la seconda domenica 23 nella location della palestra della scuola elementare del centro garganico, anziché in piazza come previsto, a causa della pioggia. Quest’ultima non ha impedito, se non in parte, l’afflusso degli amanti della poesia nei dialetti d’Italia.

Entrambe le serate sono state allietate dalle danze flocloriche degli allievi della scuola Dance Up diretta da Maria Comparelli, dalle canzoni della tradizione romana di Davide Finesi e dalle incursioni poetiche di Leone Antenone. Erano presenti anche i membri della Giuria Cosma Siani, Rino Caputo e Vincenzo Luciani.

Dar Ciriola asporto

Sabato 21 luglio ha avuto luogo un appassionante reading dei poeti Marcello Marciani, Salvatore Bommarito, Lia Cucconi e Claudio Porena, cui è seguito un gradito rinfresco offerto dagli operatori turistici di Foce Varano che hanno offerto in degustazione prodotti tipici locali

Nella seconda serata di Gargano letteratura a Ischitella si sono svolte le cerimonie di premiazione del Concorso di poesia “La cruedda”, patrocinato dalla Provincia di Foggia – Assessorato alle Politiche giovanili e alla Premiazione della nona edizione del Premio Città di Ischitella-Pietro Giannone 2012.

Nella Cruedda 2012 (concorso di poesia in lingua italiana e in dialetto a tema libero riservato a studenti delle scuole medie inferiori e superiori della Provincia di Foggia e con il patrocinio della Provincia) si è registrato un en plein degli studenti di San Nicandro.

La Giuria, composta dal prof. Rino Caputo, preside della Facoltà di Lettere di Roma Tor Vergata, presidente, Vincenzo Luciani, poeta, e da Insegnanti di Lettere delle scuole di Ischitella ha deciso di riservare una segnalazione a: Matilde Carella e ad Anna Maria Santucci rispettivamente della classe prima H della prima G “D’Alessandro-Vocino” di San Nicandro G. Terza classificata Ylenia Patorniti della prima H della “D’Alessandro-Vocino”; seconda classificata Giulia Spina Diana della “Dante Alighieri” di Vieste e vincitrice assoluta e prima classificata della Cruedda 2012 è stata Francesca Boscarino della classe prima G della media “D’Alessandro-Vocino”. Vincitore assoluto e primo classificato delle scuole superiori è Vincenzo Penna della seconda classe del Liceo “G. De Rogatis”.

Tutti gli alunni sono stati premiati dall’assessore provinciale alle Politiche Giovanili Rocco Ruo, dal sindaco di Ischitella Pietro Colecchia, e dall’assessore comunale alla Cultura Anna Maria Agricola.

Subito dopo si è tenuto un reading dei poeti Claudio Porena (dialetto romanesco; segnalato speciale della Giuria) e dei vincitori Marcello Marciani (dialetto abruzzese), Salvatore Bommarito (dialetto siciliano), Lia Cucconi (dialetto emiliano di Carpi, Modena), rispettivamente primo, secondo e terzo classificato.

Le letture in dialetto sono state precedute da quelle dei testi in italiano a cura degli attori Mario De Cristofaro, Michelina Menonna e Licia Novaga.

La serata di Ischitella è stata condotta con grande brio da Emanuele Sanzone.

Foto 1 Marcello Marciani. Foto 2 Salvatore Bommarito. Foto 3 Lia Cucconi. Foto 4 il gruppo di Ischitella-Gargano Letteratura 2012. Le foto sono a cura di Roberto Scardicchio.

I poeti protagonisti del Reading

Claudio Porena è nato a Roma nel 1974. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Lettere nel 2007, con una tesi in Glottologia dal titolo: La Risonanza Fonica Inconscia. Vive e insegna chitarra classica ad Ostia Lido. È dottorando di ricerca in Storia della lingua italiana a Siena. Ha pubblicato per TerreSommerse, nel 2010 Dar trapezzio vocalico ar sonetto. Manuale di linguistica romanesca, retorica e metrica con sonetti scelti e nel 2011 la raccolta di poesie La vena impigliata. Sonetti italiani scelti; con la Kollesis editrice, nel 2011: Un chiodo ar muro; Giubba… de pelle; Verso una stella. Canzoniere; Lunatica; Er muraletto de la Muratella. Le poesie che seguono fanno parte della raccolta Tra rosa… e controrosa, finalista al Premio Ischitella-Pietro Giannone 2012

Lia Cucconi nasce a Carpi (MO). Trasferita a Torino nel 1961, dove vive tuttora, si diploma all’Accademia Albertina di Belle Arti. La sua attività di insegnante è completata dalla partecipazione artistica nel campo della pittura, del disegno e della poesia. Ha esposto proprie opere in collettive e personali dal 1970, ed ha ricevuto riconoscimenti. Ha pubblicato libri sia in lingua che nel dialetto carpigiano (MO) ed ha ricevuto numerosi premi. Libri pubblicati in dialetto: Canteda 2005; Pelasurela 2006; Sirela 2007; L’elber dal debit 2008 Ed. Baracca Verde Torino-Albenga; Cal tut cl’è gnint / cal gnint cl’è tut Phasar Ed., Firenze 2009; L’ôra e la pôlvra, Phasar Ed., Firenze 2010; dal luntan i dman Phasar Ed., Firenze 2011. Libri in italiano: Intrusiva, Ed. Bernasconi, Lugano 2000; D’Albenga, Ed. Quartino, Torino 2002; In ora Torino, Bar-Verd, Albenga 2004; L’imposta, Midgard Editrice, Perugia 2010.

Salvatore Bommarito, nato a Balestrate (PA) nel 1952, ha conseguito la maturità classica. Medico, specialista in Reumatologia. Coltiva con discrezione la passione letteraria, dedicandosi alla composizione di poesie in lingua e in dialetto e alla stesura di racconti. Ha pubblicato in antologia, ricevendo diversi riconoscimenti

Marcello Marciani, nato e residente a Lanciano (Chieti), si occupa di farmacia e poesia, mettendo a serio rischio l’equilibrio di questa bizzarra coesistenza. Ha pubblicato: Silenzio e frenesia, Quaderni di “Rivista Abruzzese, Lanciano 1974; L’aria al confino, Messapo, Roma-Siena 1983; Body movements, con traduzione inglese a fronte di Amelia Rosselli, Gradiva Publications, Stony Brook-New York 1988; Caccia alla lepre, MobyDick, Faenza 1995; Per sensi e tempi, Book Edit., Castelmaggiore 2003; Nel mare della stanza, LietoColle, Faloppio 2006; La Ninnille, i libri del “Quartino”, Albenga 2007. Suoi testi in dialetto frentano sono stati teatralizzati dal Centro di Ricerca Culturale-Musicale “Il Tesoro di Tatua” e dal Cantiere delle Arti “Amaranta” con gli spettacoli Mar’addó’ (1998-1999) e Rasulanne (2008-2009-2010), ai quali ha anche partecipato come attore. È presente in riviste e antologie italiane e statunitensi con componimenti in italiano e in dialetto. 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti