“Le tradizioni attraverso gli occhi dei bambini”

IV edizione del Concerto di di canzoni natalizie Romene (Colinde)
Federico Carabetta - 20 Dicembre 2019

Mercoledì, 18 dicembre 2019, alle 18:30, presso la Sala Baldini della Chiesa di Santa Maria in Portico in Piazza Campitelli, l’Associazione “Insieme per l’Athos – Onlus”, in collaborazione con l’Ambasciata di Romania presso la Santa Sede, la Diocesi Ortodossa Romena in Italia, l’Accademia di Romania in Roma e Radio Romania, con il patrocinio dell’Ambasciata di Romania in Italia, hanno organizzato il concerto di canzoni natalizie Romene (Colinde): “Le tradizioni attraverso gli occhi dei bambini”. 

Il dott. Giuseppe Balsamà, presidente dell’Associazione “Insieme per l’Athos” ha così illustrato l’evento:”L’iniziativa, che ha ricevuto sempre ampi consensi, vuole sostenere e condividere il cospicuo patrimonio culturale legato alla tradizione dei canti natalizi romeni che rappresentano non soltanto una pagina di poesia ma anche un concentrato di teologia popolare cristiana. Le cosiddette “colinde”, per il loro stretto legame alla storia, alle usanze del suo popolo, rappresentano infatti una delle più alte espressioni della cultura romena. Si tratta di un rito natalizio unico e speciale che, a differenza degli altri paesi europei, la Romania gelosamente conserva e tramanda nei secoli, da una generazione all’altra”.

Alla presenza di S. E. l’Ambasciatore di Romania presso la Santa Sede e il Sovrano Militare Ordine di Malta dott. Liviu Zapartan, il Vicario Eparchiale Generale Em. George Militaru, il dott. Mihai Stan direttore dell’Accademia di Romania a Roma e la Vice Direttrice dott. Oana Bosca Malin e delle altre autorità civili e religiose, la quarta attesa edizione di “Le tradizioni attraverso gli occhi dei bambini” ha visto l’esibizione di sette gruppi corali appartenenti a diverse parrocchie ortodosse e cattoliche delle regioni Lazio ed Umbria: Coro dei giovani Nepsis della Parrocchia dell’Accoglienza del Signore di Civitavecchia, Coro della Parrocchia L’Ingresso di Gesù in Gerusalemme di Roma, Coro della Parrocchia di San Nicola di  Orvieto, Coro della Parrocchia di San Mina Megalomartire di Palestrina, Coro romeno Cattolica di Roma ed infine il coro di bambini Cantus Mundi ed il gruppo corale Arpeggio di Roma.

La Sala Baldini, per l’occasione era letteralmente gremita e traboccante; la maggior parte dei partecipanti, molti e bellissimi i più piccini, erano uno spettacolo nello spettacolo, perché facenti sfoggio degli splendidi costumi tradizionali con ricami interessantissimi, ciascun costume con le peculiarità proprie della rispettiva regione romena di origine, molto spesso ereditati dagli avi.

Lo spettacolo, applauditissimo, ha avuto protagonisti principali giovani e giovanissimi nel ruolo di colindatori, come giovanissimi sono stati i presentatori-moderatori, i tre bambini romeni Giulia Puschiu, Miriam Cosma ed Robert Alexandru Angheluș, tutti nati in Italia e molto sensibili alle tradizioni trasmesse dai loro genitori e che hanno appreso a conoscere meglio frequentando le parrocchie ed i corsi di lingua romena.

Media partner, l’agenzia di stampa italiana Askanews, Gazeta Românească, le emittenti televisive TVR Internazionale, Trinitas Tv, AbitareA, www.Abitarearoma.it

Associazione Insieme per l’Athos – onlus
Internet: www.insiemeperathos.org oppure facebook.com/insiemeperathosonlus

 

Federico Carabetta

FOTO

foto n. 1 – da sin. l’Ambasciatore Liviu Zapartan e Signora, l’Em. George Militaru
foto n. 2 – Il Gruppo corale Arpeggio Dirett. Simona Vasile
foto n. 3 – Piccoli colindatori


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti