Legambiente: “Così torniamo indietro di 13 anni”

L'associazione ambientalista interviene sullo stop al porta a porta a Colli Aniene 
Antonio Barcella - 1 Ottobre 2020

Anche Legambiente Lazio interviene nell’assurda vicenda di fermare la raccolta rifiuti porta a porta a Colli Aniene.

Lo fa con un comunicato che ribadisce il pensiero della gran parte dei cittadini di questo territorio.

Un ritorno al passato, senza dare uno sguardo al futuro, che porterà solo degrado nelle nostre strade.

 

Ecco il testo del Comunicato di Legambiente Lazio

“A Colli Aniene, quartiere nella zona est di Roma tra la Via Tiburtina e l’A24 nel IV Municipio, si torna incredibilmente ai cassonetti stradali! Colli Aniene è stato uno dei primissimi quartieri della capitale dove fu inaugurato il Porta a Porta, era il 2007 e lì, con il cambio di modello virtuoso di allora, la percentuale di differenziata passò dal 17% al 63%, ma da oggi, come già annunciato tra le polemiche a maggio scorso dal Campidoglio, e come indicato ora ai cittadini residenti, tornano i cassonetti e addio al primo porta a porta di Roma.”

“Così, a Roma, torniamo indietro di 13 anni in un colpo solo, da un lato si discute di una nuova Malagrotta, dall’altro la Capitale rinuncia come se niente fosse a una delle prime, riuscitissime, raccolte porta a porta: impossibile fare di peggio nella gestione dei rifiuti. Se la raccolta domiciliare non funziona a dovere, bisogna lavorare per farla funzionare, invece a Roma arriva anche questa ulteriore, sciagurata decisione. Quello che sta avvenendo è inverosimile se pensiamo a quanto, in Campidoglio, ci si sia riempita la bocca negli ultimi anni di politiche rifiuti zero, obiettivi oltre il 70% di differenziata e promozione dell’economia circolare; invece qui siamo all’anno zero nella gestione dei rifiuti, la percentuale di differenziata è paralizzata intorno al 45% e invece dei nuovi impianti per l’economia circolare come i biodigestori anaerobici, si parla solo di una nuova discarica a Malagrotta. Grazie a quanto fatto da questa amministrazione sui rifiuti, invece di una ripartenza sostenibile e una riconversione ecologica dell’economia, sprofondiamo indietro di 13 anni”.

 

Antonio Barcella


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti