Legambiente si prenderà cura del parco Garbatella

Affidato dal comune di Roma per un anno. Domenica 28 festa 'Benvenuto Parco Garbatella'
Enzo Luciani - 24 Ottobre 2012

Il Comune di Roma ha affidato al Circolo Garbatella di Legambiente Onlus la gestione del parco Garbatella per un anno, con una convenzione che non implica alcun finanziamento da parte del Servizio Giardini: le spese per la piccola manutenzione ordinaria passano al Circolo. L’area di 45mila metri quadrati a via Rosa Raimondi Garibaldi, che poche settimane fa ha ospitato Festambiente Roma e Lazio, è già stata trasformata in parco per la metà grazie al lavoro dei cittadini in questi anni. I risultati ottenuti, insieme al Coordinamento Orti Urbani, sono ben visibili: un “Giardino Zen” dove prima c’era un cumulo di siringhe, un Roseto, un Frutteto. E degli splendidi Orti Urbani: 25 appezzamenti per singoli e associazioni, dove la coltivazione permette anche di fare attività didattica per le scuole e socializzazione.

“ L’affidamento ai cittadini del parco Garbatella segna un punto fermo nelle lunghe lotte contro la speculazione e per la riqualificazione dell’area verde, cominciate nel 1993 insieme alle associazioni di zona – dichiara Tommaso D’Alessio, presidente del Circolo Garbatella-. Si tratta di un momento simbolicamente importante, perché è il primo caso di affidamento ai cittadini di un’area così rilevante. Ora serve l’aiuto e la partecipazione di tutti per fare un ulteriore passo in avanti.”

L’affidamento permetterà di realizzare un Parco – Laboratorio, alla cui gestione tutti i cittadini concorrono con la loro partecipazione, idee, e anche piccoli contributi finanziari, per avere un luogo gradevole e fruibile da tutti . Per questo Legambiente Garbatella organizza una nuova grande festa, dal titolo “Benvenuto parco Garbatella”, che si svolgerà domenica 28 ottobre e servirà anche a raccogliere le idee e la disponibilità di tutti coloro che vogliono collaborare. Nell’occasione sarà anche lanciata una speciale raccolta fondi: ognuno può dare il proprio sostegno alla realizzazione del parco, adottandone in modo simbolico un metro quadro, con soli 5 euro di contributo.

La storia del Parco Garbatella si avvia sin dal 1992, quando i cittadini della zona raccolsero ben 12mila firme per due delibere comunali di iniziativa popolare a salvaguardia della destinazione a verde delle aree, messe a rischio dal cosiddetto “Piano Gerace” del Comune di Roma: un progetto che prevedeva l’insediamento di un centro congressuale con strutture ricettive di 1.800.000 metri cubi su aree, parchi e strutture sportive presenti lungo la via Cristoforo Colombo. Le firme furono presentate nel 1993, le delibere approvate nel 1996, primo caso nella storia amministrativa capitolina.

In quegli stessi anni, nacque il Circolo Legambiente Garbatella che per anni ha “adottato” informalmente il parco, svolgendo decine e decine di iniziative per il miglioramento e la difesa dell’area: pulizia periodica, piantumazione di alberi, bonifica progressiva con nuova terra. Una storia che ora potrà proseguire con un vigore ancora maggiore.

“ Quella del parco Garbatella è una una lunga e bella vicenda cittadina di partecipazione popolare -afferma Cristiana Avenali, direttrice di Legambiente Lazio-. In quell’area la passione del nostro circolo Garbatella e di tanti altri cittadini, comitati, ha cambiato una realtà che doveva essere di speculazione e cemento, tramutando in un giardino quelli che erano terreni abbandonati, asfaltati. E’ importante che l’Assessorato all’Ambiente del Comune di Roma abbia voluto riconoscere questa realtà, le associazioni possono avere un ruolo importante, troppo spesso bistrattato. Siamo certi che esempi del genere si possano moltiplicare in tante altre aree della città.”


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti