Letture d’Estate lungo il fiume e tra gli alberi

Terre Vivaci organizza due serate il 12 e il 15 settembre 2012 a Roma - Lungotevere Castello
Enzo Luciani - 7 Settembre 2012

Nell’ambito della rassegna Letture d’Estate lungo il fiume e tra gli alberi Terre Vivaci propone due serate in programma il 12 e il 15 settembre 2012 a Roma – Lungotevere Castello (tra Castel Sant’Angelo e il Palazzo di Giustizia). L’ingresso è libero

Il programma di Mercoledì 12 settembre 2012 Letture vivaci

ore 20,00
introduce Adriana Migliucci

Presentazione del romanzo di Massimo Pacetti
Fuga da Firenze
(Lepisma, 2012)
Plinio Perilli ne parla con l’autore
Letture di Alessandro Ferruta

Presentazione del romanzo di Serena Maffia
Giangurgolo
(Città del Sole, 2012)
Plinio Perilli ne parla con l’autrice
Letture di Silvia Bilotti, Anna Teresa Eugeni, Alessandro Ferruta

 ore 21,00
La ragione nell’amore
Performance poetica tratta dal libro edito da CLEUP
di Vincenza Fava ed Enrico Pietrangeli
nell’ambito del progetto Love, peace and bike
che giungerà a Jesi (AN) il giorno dopo ospite della Terrazza Letteraria

ore 21,30
introduce Roberto Raieli

Reading poetico
con
Marzia Spinelli
Antonietta Tiberia
Vanni Schiavoni
Monica Martinelli

Adotta Abitare A

ore 22,00
La vita in dissolvenza
Capitoli Madre e Aurora/Sara della performance poetica
di Lucianna Argentino
musiche di Stefano Oliva

ore 22,30
introduce Roberto Raieli

Reading poetico
con
Roberto Piperno
Antonella Palermo
Giulia Perroni
Luigi Celi

Il programma di Sbato 15 settembre 2012

ore 21,30
Primo sguardo

Spettacolo teatrale
di e con
Mario Migliucci

"Salve, mi chiamo Francis Doublier, ho vent’anni e sono qui da voi per conto dei fratelli Lumiére"

Il giovane Francis Doublier, impiegato delle Officine Lumiére, viene spedito in giro per mezza Europa a far conoscere la nuova straordinaria macchina per le immagini in movimento.  Gira per il mondo, lui che il mondo se l’era solo sognato. Vede tutto, vede tutto come non l’aveva mai visto. Vede bambini giocare, ragazze sorridere, uomini morire. Vede altro, Francis, vede altro come non l’aveva mai visto.Con la sua straordinaria macchina, quella che fa le immagini.

"In questo capannone fino a qualche anno fa depositavano legname, grazie ai Lumiére adesso si depositano emozioni. Ingombrano di meno e se le devi trasportare da un posto all’altro non ti spezzano la schiena" 

L’Evento è a cura dell’Associazione Terre Vivaci in collaborazione con Roberto Raieli e Cinzia Marulli

informazioni: 393.9681335 – info@terrevivaci.com – www.terrevivaci.com


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti