L’I.C. Tullio De Mauro di viale Santi avrà l’impianto termico funzionante

Dopo 3 anni di disagi per studenti ed insegnanti
Antonio Barcella - 20 Agosto 2020

Dopo ben tre anni di disagi che hanno costretto diverse classi scolastiche dell’I.C. Tullio De Mauro al trasferimento nel plesso di via Antonino Bongiorno, studenti ed insegnanti riavranno l’impianto termico della scuola funzionante. Questa è la notizia che, seppur positiva, certamente non ci entusiasma per i lunghissimi tempi che sono stati necessari per trovare i fondi e riparare il danno. Pur consapevoli che “Stare senza riscaldamenti d’inverno era un vero disagio per i bambini della scuola Tullio De Mauro”, parole della ex Presidente del IV Municipio Roberta Della Casa, c’è stata una gestione di questo intervento quantomeno discutibile e il mancato rispetto dei tempi di soluzione comunicati a suo tempo dal IV Municipio. Non c’è bisogno di continuare nella polemica perché i genitori dei ragazzi conoscono molto bene la situazione e si sono già fatti da soli un’idea che nessun comunicato di parte potrà cambiare.

“Abbiamo cominciato lunedì 27 luglio alcuno lavori nella scuola Tullio De Mauro –comunica l’assessore Linda Meleo di Roma Capitale – , l’istituto comprensivo di viale Fernando Santi 65, a Colli Aniene, che interessano l’impianto termico per la climatizzazione.
Nel dettaglio, i lavori riguardano la centrale termica e prevedono nuove reti di distribuzione con tubazioni in acciaio che permettono di raggiungere tutti i locali dell’edificio: la scuola elementare, la materna, il teatro, la mensa e la palestra.
L’impianto viene completamente rinnovato, si installano un nuovo quadro elettrico, nuovi radiatori con valvole termostatiche per regolare la temperatura in ogni ambiente a seconda delle specifiche esigenze delle attività in corso e assicurare, oltre al benessere delle persone, anche un notevole risparmio di energia.
Sulle pareti si montano i condizionatori a velocità multipla, con filtri dell’aria di facile estrazione per la pulizia. Si tratta di un intervento importante, per un investimento di circa 160 mila euro.
Un lavoro necessario e molto atteso dalle famiglie degli studenti: un altro risultato è raggiunto.”

 

Antonio Barcella


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti