L’Imu e la Chiesa: dormire, dolce dormire… – Come i ladri di Pisa – I nuovi Erode e Ponzio Pilato – Letteratura immobiliare – Raffaele e Stefania sul veliero hitleriano

Fatti e misfatti di settembre 2012 di Mario Relandini
Enzo Luciani - 7 Settembre 2012

L’Imu e la Chiesa: dormire, dolce dormire…

"Lo schema di regolamento per l’attuazione dell’articolo che prevede il pagamento dell’Imu, da parte della Chiesa, per gli immobili commerciali e semicommerciali – ha fatto conoscere il MInistero dell’Economia – è stato trasmesso ieri, per il dovuto parere, al Consiglio di Stato".

E’ stato trasmesso ieri, dunque, proprio ieri. Quando sulla stampa – e non solo – è apparsa la notizia che su questo schema si stesse tranquillamente dormendo sonni beati. Ma, se la notizia non fosse apparsa? I sonni beati, molto verosimilmente, sarebbero continuati. Ora, però, l’augurio è che, su questo schema il quale dovrebbe regolare il pagamento dell’Imu da parte della Chiesa, non si addormenti beatamenete, per chissà quanto tempo, anche il Consiglio di Stato.

Come i ladri di Pisa

"I consiglieri regionali del Friuli Venezia Giulia – è venuto alla luce soltanto in questi giorni – possono tornare a finanziare le attività "no profit" dei loro familiari".

Ma come mai? Grazie ad un "assestamento di bilancio" approvato, dalla maggioranza pdl e senza che la minoranza se ne accorgesse, alle tre del mattino del 4 luglio scorso. Sì, alle tre del mattino. Ancora, cioè, in piena notte. Così come sono soliti agire – secondo un detto toscano – i famosi "ladri di Pisa" che di giorno sono sempre in lite e di notte vanno d’accordo a fare i "colpi" insieme.

I nuovi Erode e Ponzio Pilato

"La guerra civile in Siria – la denuncia è dell’ "Unicef" e di "Save the children" – ha causato, fino al marzo scorso, la morte di 1122 bambini".

Adotta Abitare A

Il presidente siriano Bashar al-Assad, insomma, come il re giudeo Erode che ordinò – secondo il Vangelo di Matteo – quella "strage degli innocenti" che causò la morte di tanti bambini. Ma il Consiglio di sicurezza delle Nazioni unite come Ponzio Pilato, il prefetto romano in Giudea il quale, di fronte alla tragedia del Cristo da crocifiggere, disse: "Non sono io il responsabile di questo sangue". Se ne lavò le mani e lasciò che fosse crocifisso.

Letteratura immobiliare

"Scrivere un racconto è come affittare una stanza – si è detto convinto Pablo d’Ors – scrivere un romanzo è come comprare una stanza". "Nel racconto apri una finestra nella vita di un personaggio – si è detto a sua volta convinto Andrej Longo – ma, prima di richiuderla, devi sapere dove aprirla".

Pablo d’Ors e Andrej Longo sono due fini immobiliaristi invitati ad uno strambo congresso dal tema "Le influenze della casa nella letteratura"? No: Pablo d’Ors è uno scrittore e un critico letterario spagnolo, Andrej Longo è uno scrittore ischitano "Premio Bagutta 2007", tutti e due invitati ad esprimere le proprie opinioni al "Festivaletteratura" di Mantova. E, allora, complimenti per le loro esplicative metafore immobiliari.

Raffaele e Stefania sul veliero hitleriano

"Il senatore pd Raffaele Ranucci – parola della gente di Panarea – è stato visto allegramente sfrecciare sul veliero "Skagerrak", un "due alberi" di 28 metri costruito nel 1939 in Germania e, secondo alcuni, appartenuto nientemeno che ad Hitler".

Fatti suoi, del senatore pd Raffaele Ranucci, ci mancherebbe. Come fatti suoi, della pdl Stefania Prestigiacomo, notata tra gli ospiti a bordo dell’allegro hitleriano "Skagerrak". A meno che non si sia trattato di prime prove di una futura "grande alleanza". Per ora in mare, poi, magari, in Parlamento. 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti