Linea C – nessun problema per le stazioni Chiesa nuova e San Pietro

A dare garanzie è Roberto Cecchi, dal 1 agosto commissario straordinario del Governo per le opere metropolitane di Roma e Napoli
Enzo Luciani - 7 Dicembre 2008

Le fermate della Metro C di Roma Chiesa nuova, Venezia e San Pietro andranno avanti senza rischi di stop ai lavori. In altre parole le stazioni più a rischio della terza linea romana si faranno tutte.

A dare garanzie per la realizzazione del tratto centrale della linea C del metrò della Capitale, quello più a rischio archeologico, è Roberto Cecchi, dal 1 agosto commissario straordinario del Governo per le opere metropolitane di Roma e Napoli per la parte della sovraintendenza nazionale. Cecchi ha voluto tranquillizzare chi, come noi di 06blog, temeva che dopo lo stop di un anno e mezzo fa alla stazione Argentina potessero saltar fuori problemi archeologici tali da bloccare la realizzazione anche delle altre stazioni del tratto San Giovanni-Clodio della linea C.

“Per la stazione Chiesa Nuova – sono state le sue parole – Abbiamo risolto la maggior parte dei problemi. Ad oggi siamo in condizione di poter dire che tutte le stazioni della linea C previste nella tratta centrale da San Giovanni a Clodio andranno avanti”. I tecnici di RomaMetropolitane, dopo la visita odierna ai cantieri della galleria di Giardinetti, 2 i km scavati fino ad oggi in sei mesi, hanno anche ricordato che a dicembre 2009 le talpe inizierano a scavare in direzione del centro storico, verso le stazioni Amba Aradam, Colosseo, Venezia, Chiesa nuova, San Pietro, Risorgimento per arrivare infine a Ottaviano e Clodio. Questa tratta dovrebbe aprire nel 2015. Ma per sapere se questa data sarà rispettata bisogna aspettare giugno 2009.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti