L’invasione degli abusivi in Centro Città: In arrivo più vigili

Venditori di selfie stick, caricatori portatili, sciarpe e occhiali griffati falsi

Un esercito di ambulanti ha occupato il centro Città all’indomani delle festività natalizie, minacciando così il decoro e ostacolando altresì le attività commerciali regolari. Sono africani, bengalesi ma anche italiani, e operano spesso indisturbati. Insomma una vera e propria corsa ad ostacoli tra ambulanti abusivi e veicoli in sosta selvaggia nel centro storico della Città.

Da Piazza Navona a Via del Corso, passando per Piazza di Spagna e Fontana di Trevi. E anche ai Fori Imperiali, ai semafori poco prima del Colosseo, si smercia illegalmente. In piazza del Pantheon, poi, dove fino a poco tempo fa non se ne vedevano, spuntano venditori di selfie stick, caricatori portatili, sciarpe e occhiali griffati falsi tra i teli stesi a terra.

Nel frattempo, poco distante, mentre le forze dell’ordine presidiano Fontana di Trevi nelle stradine limitrofe – in via di San Vincenzo e via del Lavatore – gli ambulanti abusivi si muovono indisturbati con paccottiglia in mano e vendono merce a turisti e romani. Quindici euro per un bastone dei selfie, cinque euro per una sciarpa contraffatta. Ma tra chi passeggia per il centro di Roma nessuno sembra essere interessato alla merce.

“Noi non compriamo nulla sulla strada perché non sai mai se la qualità è buona”, spiega un gruppo di turisti dalla Costa Rica. Anche chi arriva dagli Stati Uniti non ha mai comprato da chi vende nelle vie della Capitale: “Non compriamo in America da chi vende per strada e non lo facciamo nemmeno in Italia – racconta una coppia sulla quarantina -. Sono oggetti inutili di cui non abbiamo bisogno”.

E mentre nelle piazze si vende abusivamente sulla strada è sosta selvaggia. Il tempo di dire di no a un due palline gelatinose da gettare sui sanpietrini, infatti, che si deve attraversare la carreggiata a zig zag tra le auto perché sulle strisce pedonali è parcheggiata una berlina. Smart ferme sugli stalli riservati ai motorini in via Bissolati, auto parcheggiate in curva in via del Tritone e alle fermate degli autobus o sopra le strisce bianche della segnaletica orizzontale nei pressi di piazza della Repubblica. E distese di motorini sul marciapiede in Via del Pozzetto, Piazza San Silvestro e via Poli.

Il tempo degli indisciplinati però sembra stia per scadere. A breve, infatti, saranno riorganizzati e potenziati i controlli dei vigili urbani. Il nuovo comandante della polizia locale di Roma, Mario De Sclavis, che si è insediato soltanto pochi giorni fa, ha promesso pattugliamenti mirati nelle zone del centro storico per contrastare il commercio abusivo e la sosta selvaggia ma anche una riorganizzazione complessiva del corpo per rendere visibile la presenza degli agenti sul territorio.

Sono in arrivo, quindi, più multe per chi viola il codice stradale e più sequestri di merce abusiva, come quello di ieri a piazzale Ostiense. “Aumenteremo i controlli – ha detto De Sclavis -. E faremo anche molte attività volte alla visibilità: non per far vedere che siamo bravi ma per far sapere alla cittadinanza che ci siamo e perché la presenza dei vigili urbani sul territorio sia un deterrente per chi pensa di poter fare come crede in città senza rispetto per gli altri”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati