“L’Italia che rinnova”, una campagna sul calore verde

Ambizioso progetto per riscaldarci in maniera sostenibile e salvare il nostro pianeta dal crescente inquinamento causato dall’uso di combustibili fossili
Riccardo Faiella - 21 Dicembre 2018

Lega Ambiente, AIEL (Associazione Italiana Energie Agroforestali), RisorsaLegno, ANFUS (Associazione Nazionale Fumisti e Spazzacamini) e ASSOCOSMA (Associazione Nazionale Costruttori Stufe) promuovono una campagna rivolta ai cittadini, sul calore verde che nasce dal legno, ovvero: scaldarci con stufe a legna e pellet per abbattere l’inquinamento causato dal massiccio utilizzo di combustibili fossili.

“L’abbiamo chiamata L’Italia che rinnova – spiega Martino Berton, direttore Generale di AIEL — sia per sottolineare la necessità che il nostro Paese raccolga e vinca la sfida della crescita delle energie rinnovabili, di cui le bioenergie sono parte essenziale, sia perché proprio il rinnovarsi del settore, con i moderni generatori di calore a biomasse legnose, consente di raggiungere obiettivi di una vera rivoluzione energetica per contrastare gli effetti del cambiamento climatico in atto”.

“Legambiente sostiene e promuove l’iniziativa – precisa Katiuscia Eroe, responsabile Energia di Legambiente – perché non solo è un’importante opportunità per diffondere una cultura attenta all’uso delle rinnovabili e comportamenti di consumo consapevoli e sostenibili, ma anche per raccontare che oggi esistono già alternative valide e sostenibili, alle fonti fossili. E se vogliamo puntare davvero a un futuro al cento per cento rinnovabile, dobbiamo far sì che queste tecnologie siano sempre più diffuse”.

Il legno è una risorsa irrinunciabile e rappresenta un terzo delle energie rinnovabili in Italia. Nel 2016 l’Italia era al primo posto in Europa, per consumo di pellet nel settore residenziale, con 3,3 milioni di tonnellate. Insieme a eolico, fotovoltaico, idroelettrico e solare contribuisce in maniera significativa al raggiungimento degli obiettivi europei, che per il 2030 si prefiggono di raggiungere il 32% di produzione di energia da fonti rinnovabili. La nuova generazione di apparecchi a legna e pellet, hanno un alto rendimento e basse emissioni, che si riducono fino all’80%. Con questa campagna, i promotori vogliono dare una risposta alle istituzioni impegnate a garantire una migliore qualità dell’aria, attraverso una strategia di rottamazione delle vecchie stufe ormai obsolete, facilmente sostituibili con le nuove tecnologie.

L’Italia che rinnova, partirà nei prossimi giorni in circa duemila punti vendita di tutta Italia, con manifesti e materiale informativo per far conoscere ai cittadini la più antica e la più moderna delle energie rinnovabili, amica dell’ambiente.

Riccardo Faiella


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti