“L’Italia non ha carta geologica e parlano di Piano choc”

Bonelli (Verdi): "Non è maltempo ma mala politica
Redazione - 23 Dicembre 2019

“ L’Italia frana, si allaga e ancora non abbiamo una carta geologica completa, per comprendere la follia italiana ricordo che l’ultima carta fu finanziata da Quintino Sella nel 1861.” Lo dichiara il coordinatore nazionale dell’esecutivo dei Verdi Angelo Bonelli che aggiunge:

“Per terminare la carta, completa solo al 56%, ovvero 652 fogli da informatizzare il cui lavoro è bloccato da oltre 15 anni, servirebbero 200 milioni di euro e abbiamo tante regioni che ancora oggi sono senza carta geologica.”

”C’è chi parla – continua l’esponente dei Verdi – di un piano choc sul dissesto idrogeologico, come Italia Viva, prevedendo decine e decine di miliardi di euro, ma che credibilità ha questa politica che deroga ai vincoli ambientali consentendo di costruire anche in prossimità dei fiumi o in aree di esondazione, che non è in grado di spendere i fondi a disposizione, solo il 10% delle risorse sul dissesto idrogeologico è stato utilizzato, e che non riesce a completare una carta geologica?”

Fresco Market
Fresco Market

“Noi lo continueremo a ripetere fin quando non assisteremo ad una concreta inversione di tendenza: questo non è maltempo ma mala politica che ha aggredito il territorio riempiendo di cemento ogni angolo del nostro Paese, comprese le aree di esondazione dei fiumi, i limiti di inedificabilità dai corsi d’acqua e modificato i vincoli paesaggistici e ambientali per costruire di tutto in nome di un falso progresso. Questa classe politica ipocrita va rottamata in nome e a tutela dell’ambiente e del futuro ” conclude Bonelli.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti