L’Italia promuove il car scharing

L’auto condivisa è attiva in 11 città
di Federica Nalli - 7 Aprile 2009

In crescita la voglia dell’auto in car sharing 11 città, 8 province con 16 mila utenti stimati, con risparmi fino a 2 mila euro ogni 10 mila Km percorsi e 16 auto in meno sulle strade (7.400 auto in meno nel 2008) con tagli di Co2 e smog. Parma e Torino le città più soddisfatte del servizio.

L’auto condivisa ottiene una valutazione positiva da parte di aziende e di privati.
Questo è quanto emerso al IV Forum Nazionale del Car Sharing’ organizzato a Roma da Ics (Iniziativa Car Sharing) nel quale è stata presentata una ricerca sul gradimento del servizio.
In particolare gli abbonamenti sono 12.544 (nel 2007 erano 9.488), le auto a disposizione 474 (359 nel 2007).

"La ricerca – ha dichiarato Marco Mastretta, direttore di Ics – ha dimostrato che il servizio di car sharing è molto gradito agli utenti e soddisfa esigenze reali di mobilità".

Gli utenti appaiono soddisfatti del servizio di car sharing e lo promuovono con un voto pari a 7,7. Parma e Torino sono le città che hanno ottenuto il voto più alto: 8,1.
Sotto la media Firenze e Milano che ottengono 7,5.

Sul fronte aziendale, il 92% di quelle abbonate sono private, piccole (l’80% ha meno di 15 dipendenti) e che per il 40% non ha auto di proprietà.

Le auto aziendali percorrono in media 11.496 chilometri l’anno e i costi sostenuti per l’auto sono in media di 1.697,8 euro.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti