Lorenzotti

Nonostante "una contestazione corposa, unanime e virulenta" ha commentato Andrea Sgrulletti, segretario Pd
di R. V. - 27 Settembre 2011

Ieri  (26 settembre 2011 N.d.r.) la seduta del Consiglio dell’VIII Municipio aveva all’ordine del giorno una mozione di sfiducia al presidente Lorenzotti. Al termine di un dibattito serrato la mozione è stata respinta con 14 voti a 10.

"Non ho memoria di una contestazione tanto corposa, – il segretario municipale Pd, Andrea Sgrulletti, commentanto il dibattito –  unanime e virulenta contro il presidente e la sua maggioranza all’interno dell’aula consiliare. Il punto di rottura tra l’opinione pubblica e il governo di questo Municipio è stato raggiunto e la saggezza avrebbe consigliato un gesto responsabile: un passo indietro del presidente Lorenzotti, per il bene di tutti. Invece la maggioranza ha deciso di asserragliarsi dietro i propri voti, perdendone pure uno, quello del consigliere Biferi. Per questo voglio annunciare che la battaglia del Partito democratico contro questo presidente sarà sempre più dura: i manifesti che abbiamo diffuso per tutto il territorio sono solo una puntata di questa serie. Avvertiamo questa come la nostra prima responsabilità e sarà la nostra prima preoccupazione”.

“La seduta di Consiglio di ieri, ha dimostrato, se mai ce ne fosse ancora bisogno,  – affermano dal canto loro il consigliere capitolino del PD Dario Nanni e ed il capogruppo del Municipio VIII Fabrizio Scorzoni – che l’unico collante che tiene insieme la coalizione di centro-destra è quello che li tiene taccati alle poltrone. A conferma di questo, il fatto che un consigliere di maggioranza non si è presentato in aula in una discussione così importante, e che negli interventi dei consiglieri di centro destra non è mai stato fatto un riferimento in difesa dell’operato della Giunta e del Presidente. Al contrario, l’opposizione si è presentata compatta e coesa, in quanto tutti i consiglieri sono intervenuti nel dibattito senza mai allontanarsi dall’aula dimostrando senso di responsabilità e unità d’intenti. Non avendo ricevuto nessuna risposta da parte del Presidente sia alle richieste di chiarimento, sia rispetto alle decisioni da prendere, sia le importanti tematiche politiche sollevate -concludono Nanni e Scorzoni – continueremo ancor più nelle nostre battaglie in particolare sui temi della legalità e della trasparenza in ogni ambito istituzionale e territoriale, informando i cittadini su quanto accade nel Municipio VIII e condividendo con loro le scelte da fare"


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti