Lotta all’usura

Santori: "coordinate tutte le attività di contrasto"
Enzo Luciani - 26 Luglio 2012

La lotta all’usura ha bisogno di coordinamento. A portare in primo piano il tema di questa complessa piaga sociale è Fabrizio Santori, presidente della Commissione Sicurezza di Roma Capitale che chiede agli enti locali maggior dialogo. “Numeri verdi, protocolli di intesa, sportelli antiusura. A parole sembrerebbe molto – afferma Santori – ma i dati del Ministero dell’Interno rivelano l’inadeguatezza dello spezzatino istituzionale che crea confusione nei vari uffici allestiti, ognuno per proprio conto, dal Campidoglio, dalla Provincia e dalle Regione Lazio: solo 30 denunce nel 2009; 22 nel 2010 e 10 lo scorso anno.

Nonostante l’impegno profuso da ogni singola amministrazione, è evidente che l’intervento deve essere più efficace ed incisivo, e può diventarlo solamente con un serio coordinamento che eviti gli sprechi e le duplicazioni delle attività, anche nella prospettiva della spending review cui sono tenuti tutti gli enti pubblici. In un momento di crisi pesante come quello che andiamo vivendo e che purtroppo tende a produrre un incremento di fenomeni di usura a causa delle difficoltà vissute da molte famiglie, commercianti e imprenditori, ma anche della sofferenza di altre fasce di cittadinanza colpite da fenomeni di ludopatia, è inaccettabile sprecare le risorse creando solo disorganizzazione”.

Il Terzo patto per Roma Sicura, che coinvolge i vari enti e le forze dell’ordine, stabilisce un impegno forte nel contrasto all’odioso fenomeno dell’usura che colpisce migliaia di famiglie, già in ginocchio per la crisi economica, per evitare che finiscano nel baratro della miseria con conseguenze devastanti sull’intero tessuto sociale ed economico di Roma e del Lazio”, conclude Santori.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti