Lunga vita a collianiene.org

Il sito si appresta a festeggiare i suoi primi dieci anni di attività di puntuale informazione sul quartiere e sui quartieri circonvicini
Vincenzo Luciani - 4 Marzo 2019

Collianiene.org si appresta a festeggiare i suoi primi dieci anni di attività di puntuale informazione sul quartiere e sui quartieri circonvicini.

E quindi, innanzitutto, auguri di tutto cuore all’amico e collega Antonio Barcella dalla nostra redazione di abitarearoma.it che ha iniziato nel 2002 on line, mentre ha avviato la pubblicazione del mensile Abitare A nel giugno del 1987, proprio muovendo i suoi primi passi dal quartiere di Colli Aniene, quasi in contemporanea con Aniene è, altra importante testata, diretta da Orazio Falconi, che ha purtroppo deciso di interrompere le pubblicazioni da qualche anno (un vero peccato!).

Ho fatto questa digressione per dovere di cronaca e per dare risalto allo sforzo informativo compiuto in questi anni da Antonio Barcella che con grande valore conduce il sito collianiene.org, dal quale spesso traiamo, in accordo con lui, notizie e informazioni in uno scambio reciproco con la nostra testata.

Ed ecco cosa dice Antonio sul suo sito: “Fra pochi mesi festeggeremo i dieci anni di attività e di informazione al territorio. Il nostro primo articolo risale al 24 febbraio 2010 e da quel momento abbiamo riempito le nostre pagine, i nostri gruppi sociali e, speriamo, i vostri cuori. Abbiamo fatto in modo che una comunità si confrontasse, a volte con i toni accesi altre con un’ampia condivisione, ma non siamo mai venuti meno alla nostra onestà intellettuale e all’indipendenza. I numeri ci premiano e ci invitano ad andare avanti con il nostro lavoro: 300.000 visitatori del nostro sito @collianiene.org, oltre due milioni di articoli letti solo sul sito e altrettanti dalle nostre pagine Facebook, circa 5.000 iscritti al nostro gruppo Facebook Colli Aniene Quartiere. Numeri che fanno invidia a tanti siti web di informazione. Tutto questo lo abbiamo costruito con il nostro lavoro volontario quasi a tempo pieno e senza alcun contributo tranne quello dei pochi iscritti che ci versano ben due euro l’anno”.

Mi piace molto ed è da sottolineare quest’altro passo del suo articolo odierno: “Tra tante note positive non può certo mancare qualche critica, spesso pretestuosa, e qualcuno che ci accusa di essere di parte. A quest’ultima affermazione non possiamo controbattere perché è la verità. NOI SIAMO DI PARTE! Siamo dalla parte dell’AMBIENTE, siamo dalla parte della SCUOLA soprattutto dalla parte dei più piccoli che la frequentano, siamo dalla parte del TERRITORIO perché lo vogliamo migliore rispetto allo stato di abbandono generale, siamo dalla parte di chi vuole ESPRIMERE LA PROPRIA OPINIONE nel rispetto degli altri, siamo dalla parte dei PIÙ DEBOLI ED INDIFESI, siamo per il DIRITTO A RESPIRARE ARIA e NON DIOSSINA, siamo indubbiamente per la SICUREZZA del quartiere, siamo dalla parte della CULTURA e della VERITÀ, siamo dalla parte dei CITTADINI CHE PAGANO LE TASSE PER SERVIZI ADEGUATI, siamo dalla parte della salvaguardia dei BENI DELLA COMUNITÀ come il parco di piazzale Loriedo, del Casale della Cervelletta e del Casale Alba 1 del parco di Aguzzano, siamo CONTRO TUTTI I MOSTRI EDILI DELLA TIBURTINA come la ex fabbrica di penicillina. Se questo non sta bene a qualcuno, ci dispiace veramente, ma non è un obbligo leggerci. Errori ne abbiamo certamente compiuti anche noi, ma la nostra informazione viene proprio da voi, dalle vostre testimonianze e dalle vostre segnalazioni”.

Sottoscrivo pienamente questo passo dell’articolo di Antonio. Anche noi siamo fatti della stessa pasta: faziosi per il bene delle periferie e di ci abita, e rispettosi di chi la pensa diversamente.

Lunga vita ad Antonio e a collianiene.org!


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti