Maltempo, polemiche per investimenti amministrazione

Ferrari(PD): "dove sono finiti i 2 mln per le caditoie stanziati a fine settembre?". Ghera: "in ultimi anni aumentati investimenti"
Enzo Luciani - 20 Ottobre 2011

Proseguono le polemiche dopo il nubifragio che ha messo in ginocchio la capitale. Questa volta ad attaccare l’amministrazione è Alfredo Ferrari, Vice Presidente della Commissione Bilancio del Comune di Roma. "Nella delibera per l’equilibrio di bilancio – dichiara in una nota – approvata il 30 settembre scorso, c’erano 2mln di euro per la pulizia straordinaria delle caditoie. Un intervento voluto proprio in vista dell’autunno dalla Giunta Alemanno. È bastato il primo temporale e Roma è bloccata: bloccati i cittadini, chiuse le metropolitane, traffico in tilt.
Le cose sono due: o sotto la voce “caditoie” si celava altro; o anche questo spesa è una di quelle che il Sindaco dice di fare e poi non fa.

Immediata la replica dell’assessore ai Lavori pubblici e Periferie di Roma Capitale, Fabrizio Ghera. «In casi di eventi eccezionali – afferma – come quello che stamane si è abbattuto su Roma, con precipitazioni straordinarie e molto concentrate come riportano i dati della Protezione Civile secondo cui in un’ora e mezza è scesa la pioggia di quasi la media che solitamente cade nell’intero mese di ottobre, la rete di smaltimento di Roma, storica e datata, non riesce a drenare sufficientemente».È quanto afferma. «Negli ultimi anni – prosegue Ghera – grazie alla Giunta Alemanno ci sono stati moltissimi interventi con un netto incremento rispetto agli anni precedenti e grazie all’intervento dell’Amministrazione Capitolina negli ultimi due anni e mezzo sono stati incrementati gli investimenti.

A Roma ci sono circa 400 mila caditoie ed è fondamentale sia la pulizia e la ricostruzione delle fognature che mantenere costanti gli investimenti. Negli ultimi sei mesi – spiega l’assessore capitolino – tramite il Dipartimento Lavori pubblici è stata effettuata la pulizia di circa 16mila caditoie e per i punti di maggior allagamento si è intervenuti con uno specifico programma che ha previsto la ricostruzione di tronchi di tubazioni lesionate dalle radici degli alberi o non più funzionanti (via Ciamician, via Tuscolana civ. 975; via Prenestina Km 6.900; viale Somalia; l.go Somalia; via Collatina; via Anastasio II; via dei Campi Sportivi; lgt.re delle Navi; piazza S. Marco; viale Tiziano; via Lepanto; via Barletta; v.le Mazzini; circ.ne Salaria)».«Inoltre – aggiunge Ghera – stiamo lavorando per potenziare la rete fognaria della città e soprattutto in quelle zone periferiche laddove è maggiore la carenza di tali infrastrutture per un importo complessivo di oltre 70 mln di euro. Sono in corso i lavori per il collettore Marranella, I e II stralcio, da via degli Aromi a Largo Camesena e tra Via degli Aromi e svincolo Via Monti Tiburtini; fognature Sdo via Tiburtina da Via Portonaccio a Via Casal Bruciato; fognatura per acque bianche in Via di Grottarossa, tratto Via Cassia-Parco della Pace, I lotto funzionale. E’ in corso di progettazione il collettore Marranella II, III stralcio da Largo Camesena a Via Scalo Prenestino e l’ampliamento del collettore della Crescenza II Lotto; in fase di aggiudicazione il collettore dell’Acqua Traversa VI Tronco; in corso lo Studio di bacino relativo agli interventi infrastrutturali finalizzati al risanamento idraulico del XIII Municipio».


Commenti

  Commenti: 1

    Commenti