Mamma Day, parola d’ordine: prevenzione. Soprattutto in casa

Molti e interessanti dati emersi dal convegno organizzato da Obiettivo Famiglia Federcasalinghe, sede di Bracciano, a bordo della motonave Sabazia
P. M. - 15 Giugno 2012

Tre milioni di incidenti domestici all’anno, il 41 per cento in cucina. Bastano questi dati per quantificare i rischi che ogni giorno si corrono nelle proprie mura domestiche. Quella che fino un po’ semplicisticamente viene spesso definita “casa dolce casa” può infatti trasformarsi in un castello di pericoli, se non c’è informazione.

Si capisce allora l’estrema importanza di iniziative come quella che si è svolta domenica 10 giugno a bordo della motonave Sabazia con il Mamma Day. Una quarta edizione organizzata da Obiettivo Famiglia Federcasalinghe, sede di Bracciano, tutta incentrata nella informazione dei rischi domestici all’insegna del noto slogan “prevenire è meglio”.
Una serie di interventi che hanno posto in luce con chiarezza i molteplici pericoli.

Consigli pratici per rendere la vita più sicura anche e soprattutto laddove la percezione della sicurezza è erroneamente maggiore. Ecco allora che è buona norma lavarsi sempre le mani dopo aver toccato delle uova. Esigere ricevuta dall’installatore della caldaia. Tenere in casa come medicinali d’emergenza, ad esempio, pomate antiallergiche, scegliere bene cosa comprare per scongiurare l’inquinamento indoor.

Ma nel corso del Mamma Day senz’altro utili per le famiglie che vi hanno preso parte beneficiando di uno splendido tour sul lago tra Bracciano, Anguillara e Trevignano, sono state anche le informazioni di carattere normativo tra le quali quelle che stabiliscono l’assicurazione obbligatoria per le casalinghe, a fronte del pagamento di un premio annuo di 12,91 euro, che copre i rischi per gli incidenti domestici e riconosce, nel caso malaugurato che si sia incorsi in un incidente, una invalidità massima del 27 per cento.

Tutti temi tra il sociale e sanitario. “Inail e Asl – ha ricordato non a caso Paola Marmotta, presidente provinciale di Obiettivo Famiglia e impeccabile padrona di casa – ci sono vicini”. Katelyne Guns, responsabile U.O.S. Sian della ASL RM F ha fortemente puntato il dito sulle muffe che proliferano in casa e dalle quali possono derivare gravi conseguenze sanitarie, Marco Mattiacci, del Centro Medico Legale INAIL di Viterbo ha illustrato alcune nozioni di primo soccorso, mentre Fabio Nicoletti ha illustrato le modalità per una corretta installazione delle caldaie.

La giornata ha visto poi con Graziarosa Villani la presentazione dei progetti legati alla riscoperta delle tradizioni sul territorio portate avanti dall’Associazione Culturale Sabate e il debutto della tasca vaso messa a punto dalla Greenart che consente, come ha spiegato Arianna Balocco di produrre nella propria casa anche un orto e infine la illustrazione da parte di Graziella Cervino delle opportunità offerte da Natur House per un efficace controllo del proprio peso corporeo.

Il tour è stato anche un modo per degustare e scoprire prodotti di qualità.

Molti quindi gli spunti di riflessione ed approfondimento per vivere davvero in sicurezza la propria casa all’insegna del benessere e della prevenzione. 

Adotta Abitare A

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti