Manifesti contro Lorenzotti, ma è un bluff

Erano firmati "Comitati di Quartiere riuniti", ma questi si dissociano
di Massimiliano Napoli - 25 Giugno 2009

“Vergogna!”. Così si apre il manifesto, stampato in centinaia di copie e affisso per le strade dell’VIII Municipio tra il 19 e il 20 giugno scorso, firmato “i Comitati di Quartiere riuniti”. I cittadini hanno bisogno di risposte, si legge ancora nel manifesto, e il presidente Massimiliano Lorenzotti “gira per discoteche”. E poi ancora “abbiamo sbagliato ad eleggerlo”.

Un messaggio forte e diretto, senza preamboli, realizzato a caratteri cubitali, blu e neri su fondo bianco. La fonte però, nonostante la firma dei Comitati riuniti, non sembra chiara.
Da Borghesiana, Torre Spaccata e Pratofiorito arrivano infatti le prime smentite. “Non condividiamo il contenuto del manifesto”, dichiarano i comitati asserendo di non aver partecipato in alcun modo alla sua realizzazione. E cala il mistero.

Nessuno riesce a spiegare chi sono in realtà questi fantomatici Comitati “riuniti”. Nei giorni successivi poi sia l’ex presidente Fabrizio Scorzoni, sia il coordinatore del Pd nel Municipio VIII Andrea Sgrulletti, hanno sottolineato come la maggioranza di centrodestra continui a collezionare scivoloni. Dopo appena un anno di lavoro, sottolinea l’opposizione, oggi un nuovo scandalo sembra aggredire proprio il presidente Lorenzotti, e con lui l’intera Giunta.

“Ogni consigliere di maggioranza è responsabile finché non si dissocia con atti pubblici e non con imbarazzanti spiegazioni personali”, ha dichiarato Sgrulletti all’indomani dell’uscita dei manifesti. E ancora più duro il commento di Fabrizio Scorzoni, che in una nota congiunta con il consigliere comunale Dario Nanni, ha dichiarato: “è giunto il momento che il Sindaco Alemanno esca allo scoperto. Non può più continuare a sostenere un presidente di Municipio contestato dai suoi stessi elettori. I manifesti parlano chiaro!”.

Insomma: tante accuse ma anche tanti dubbi. Fatto sta che il partito di Massimiliano Lorenzotti alle ultime elezioni europee ha incassato un bel 43%, confermandosi più che stabile al primo posto. Chi è, allora, che ha “sbagliato ad eleggerlo”? A chi si riferisce il manifesto?


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti