Maxi operazione della Polizia Ferroviaria: più di 10mila identificazioni

Sono in totale 3 arresti, e 14 denunce in stato di libertà

10.171 persone identificate (in ambito regionale) di cui 6.521 a Roma e provincia, 3 arrestate (nell’ambito regionale), di cui 1 nell’ambito provinciale, 14 denunciate in stato di libertà (in ambito regionale) di cui 9 nell’ambito provinciale, 686 pattuglie impiegate in stazione (in ambito regionale) di cui 466 impiegate in stazione nell’ambito provinciale, 1 1 contravvenzioni amministrative elevate (in ambito regionale) di cui 4 al regolamento di Polizia Ferroviaria.

Questo il bilancio dell’attività della Polizia Ferroviaria del Compartimento per il Lazio nell’ultima settimana. Controlli ad ampio raggio, quelli che quotidianamente svolge la Polfer per garantire la sicurezza nelle stazioni del Lazio. Particolare importanza assumono anche le operazioni ad alto impatto”, svolte congiuntamente al personale della Questura di Roma. Durante le attività del 4 e del 5 sono state identificate 843 persone, 2 persone denunciate in stato di libertà, decine di bagagli controllati da parte della Polizia Ferroviaria, per un totale di 51 pattuglie impiegate in stazione ed è stato eseguito I ordine di allontanamento.

Nella mattinata del 7 Marzo, il personale della Squadra di Polizia Giudiziaria Compartimentale ha tratto in arresto una persona, per il reato di furto aggravato di una valigia, ai danni di un viaggiatore. In particolare gli agenti, nel corso del consueto servizio di repressione dei reati svolto all’interno della stazione ferroviaria di Roma Termini, nel transitare lungo la banchina del binario 9, ove in quel momento era in partenza un treno AV diretto a Torino Porta Nuova, hanno notato un uomo, già conosciuto dagli operanti, intento a scendere frettolosamente dal convoglio con una grossa valigia per allontanarsi poi verso il primo sottopassaggio con l’intenzione di uscire dallo scalo ferroviario. Gli agenti hanno rincorso il soggetto ed hanno accertato che il bagaglio era di proprietà di un cittadino italiano, come da etichetta identificativa presente sulla valigia, e stante la flagranza del reato hanno proceduto all’arresto.

A quel punto, gli operatori Polfer, tramite il capotreno del convoglio appena partito, hanno rintracciato la parte lesa che, accertatasi dell’assenza del bagaglio, è scesa poco dopo nella stazione ferroviaria di Roma Tiburtina e ha raggiunto gli Uffici della Polizia Ferroviaria per denunciare il fatto occorso, rientrando in possesso del proprio bagaglio, consistente in abbigliamento di noti brand ed altri oggetti personali per un valore di 3.000 Euro. Arresto convalidato per il soggetto e disposizione del divieto di dimora nel comune di Roma da parte dell’Autorità Giudiziaria.

Nella serata del 7 Marzo il personale del Posto Polfer di Polizia Ferroviaria di Orte ha tratto in arresto una persona, per il reato di resistenza violenza e lesioni a P.U. e porto abusivo di oggetti atti ad offendere. Nel particolare la pattuglia Polfer è intervenuta al binario 2 dello scalo ferroviario di Orte, ove stava giungendo un treno regionale proveniente da Firenze, in seguito alla segnalazione formulata dal capo treno in quanto a bordo del convoglio vi era una persona sprovvista di titolo di viaggio, alquanto non collaborativa ed inottemperante alle disposizioni.

Saliti a bordo della carrozza ove prendeva posto l’individuo segnalato, alla richiesta dei documenti da parte degli operatori Polfer il soggetto, con fare minaccioso, si è avventato sugli agenti spingendo uno di loro contro la parete della carrozza e, vista la resistenza che la persona opponeva per sottrarsi ai controlli di Polizia, è intervenuta sul posto a supporto un’altra pattuglia. Mentre gli operanti cercavano di trattenere lo scalmanato, questi ha estratto dalla tasca della felpa che indossava un taglierino con lama aperta, con il quale ha attinto alcuni fendenti in direzione di un agente. Le infauste conseguenze di tale gesto sono state scongiurate dalla presenza del porta manette in dotazione che ha impedito che la lama penetrasse e dal tempestivo intervento degli altri operatori che hanno immobilizzato I ‘ aggressore.

Il soggetto è stato condotto presso i locali uffici di Polizia per l’espletamento degli atti di rito. Uno degli agenti, trasportato presso un nosocomio in provincia di Viterbo, ha riportato ferite, con una prognosi di cinque giorni.

Dopo la convalida dell’arresto l’uomo è stato associato presso la casa circondariale “Mamma Gialla” di Viterbo.

Nella mattinata dell’8 Marzo personale del Reparto Stazione di Roma Termini ha tratto in arresto una persona, per il reato di furto aggravato di merce, ai danni di un esercizio commerciale.

In particolare la pattuglia è intervenuta, su indicazione della locale Sala Operativa Compartimentale, all’interno del supermercato “CONAD”, posto nel cosiddetto Forum Termini, all’interno del quale era stata segnalata una persona che cercava di guadagnare l’uscita del locale con un vistoso rigonfiamento sotto la giacca.

Una volta giunti sul posto gli agenti, dopo aver constatato che l’uomo sotto il proprio indumento aveva nascosto alcune bottiglie di superalcolico, dopo averne asportato l’apposito dispositivo anti taccheggio, hanno proceduto all’accompagnamento dello stesso negli Uffici del Reparto Operativo di Roma Termini, per gli adempimenti di rito, mentre la refurtiva è stata restituita all’avente diritto al termine della formalizzazione della prevista denuncia. Pertanto il soggetto è stato tratto in arresto.

L’attività del Compartimento Polfer è stata effettuata in collaborazione con gli operatori di FS Security, la cui finalità di sicurezza sussidiaria risponde alla necessità di un controllo rafforzato degli impianti ferroviari e delle stazioni compartimentali, affinché la funzione di deterrenza risponda ad alti canoni di visibilità e di efficacia.

E’ continuata, anche nell’ultima settimana, l’attività del personale della Polizia Ferroviaria specializzato nell’educazione alla legalità ed alla sicurezza ferroviaria presso le scuole del Lazio. Sono stati 2 gli incontri per il progetto “Incroci”, iniziativa di educazione alla legalità sui temi della sicurezza stradale, ferroviaria e sui pericoli connessi all’utilizzo poco consapevole della Rete.

Sono stati 5, invece, gli incontri per il progetto “Train…to be cool”, che si propone di sensibilizzare i giovani a tenere un comportamento consapevole ed informato all’interno delle stazioni ferroviarie e a bordo dei treni, al fine di ridurre l’incidentalità promuovendo una frequentazione dell’infrastruttura ferroviaria corretta e sicura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento

Articoli Correlati