Memoria della nostra dignità

GiProietti - 27 Gennaio 2021
Oggi è il Giorno della Memoria, ma non solo dei nostri fratelli ebrei trucidati da esseri disumani e senza Dio. Io, cattolico cristiano, mi sento ebreo sempre, come mi sento palestinese, profugo afgano ed eritreo, scalzo sulla neve della Bosnia, sui barconi in mezzo al Mediterraneo, nei lager libici e al di la’ del muro tra Messico e Usa.
Oggi è il giorno della memoria di tutti gli uomini calpestati nella loro sacra dignità e del loro diritto di vivere liberi e rispettati!
È il giorno del trionfo dell’umanità.
Ieri sera passeggiavo al centro di Roma (giustificato) e vedevo negozi vuoti, bar che chiudevano, esercenti che discutevano coi loro dipendenti sul loro futuro lavorativo…
Le strade mi sembravano buie, la gente, poca, tristissima, l’aria quella di un cimitero, morta.
E oggi è il giorno della dignità umana!
Sento dai GR notizie sulle solite recite a soggetto nelle sedi politiche istituzionali, sulla gestione della crisi, farsette, bis di avanspettacoli ridicoli, recitati da guitti che non hanno mai conosciuto la vera arte.
La crisi! Di che, del governo che dovrà gestire i miliardi del Recovery Fund ?
Volete, cari amici delegati da noi cittadini, FARE MEMORIA VERA?
Allora sbrigatevi a servire i cittadini, trasformati  dalla vostra mancanza di dignità e dalla pessima gestione  della pandemia a essere tutti precari, senza speranza e senza futuro, privi di qualsiasi capacità di progettare la propria vita!
Avete fallito nella gestione dell’emergenza sanitaria, avete fallito nel sottoscrivere coi padroni farmaceutici contratti giusti e vincolanti, avete dato loro garanzie illimitate e ridicole, permettendo di fatto ritardi di decine di giorni, segnati da 550 morti ogni 24 ore, litigate tra voi sulla gestione di un algoritmo, che non sapete neanche che cos’è….!
Finitela di essere indegni e di farci tutti indegni!
La crisi apritela dentro le vostre coscienze, se ne avete una, sbrigatevi a dare sussidi e vaccini, sbrigatevi ad aprire cantieri ed attività per permettere a tutti di prendere uno stipendio, affrettatevi a fare funzionare scuole ospedali servizi tribunali!
E poi, ALLA FINE, SE CI RIUSCITE, tornate a fare i belli in TV. Se non ci riuscite, andate da soli a fare esercizi spirituali e preoccupatevi della vostra vita eterna.
Oggi è il Giorno della Memoria e ci sentiamo e siamo tutti ebrei, perché soffriamo tutti e perché non dimenticheremo.

Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti