Mercato in Largo Somalia

Rinviato alla commissione commercio l’esame del trasferimento
riceviamo e pubblichiamo - 29 Maggio 2009

Giovedi 28 Maggio, dopo oltre cinque ore di dibattito in aula, il gruppo PdL unito e compatto ha definitivamente posto la parola fine al sussurrato allarme del trasferimento del mercato in Largo Somalia, rimandando nella commissione commercio l’esame dell’annoso problema, senza escludere la possibilità della ricollocazione degli operatori in altri mercati coperti, previo una sorta di buonuscita per sostenere le spese del trasferimento.
Nel mio intervento ho ribadito un secco no anche alla permanenza del mercato nell’attuale sede impropria di via Stimigliano, che da troppi crea disagi ai residenti, nonostante gli stessi abbiano già vinto ben cinque ricorsi al Tar, proprio per poter mandare via i banchi, topi compresi, che si trovano ora sotto le loro finestre.
Mi auguro che la stessa commissione prenda in esame anche la grave situazione di abusivismo del mercato settimanale davanti la moschea di Roma, dove gli operatori non dispongono dei requisiti professionali, né di alcuna autorizzazione amministrativa e commettono gravi violazioni alle norme sanitarie ed ambientali.
Questa situazione d’illegalità l’avevo già fatta presente all’assessore alle attività produttive, con una interrogazione presentata a suo nome, il 10 marzo con prot. N. 271, cui non ha mai dato alcuna risposta, motivo per cui ho inoltrato formale protesta al Presidente del Consiglio del 2° municipio, in data 11 Maggio.
Io sono per la legalità ed il rispetto delle regole, senza guardare in faccia nessuno, né accetterò mai che vi siano nel nostro municipio zone franche, che godono attualmente di una impunità solamente perché da oltre 15 anni tutte le precedenti amministrazioni hanno preferito ignorarne l’esistenza.
Da cittadino romano, non mi fermerò assolutamente, da consigliere PdL mi batterò per far rispettare anche in via della Moschea le leggi e le norme sanitarie dello Stato Italiano, coinvolgendo chiunque, indipendentemente dalla colorazione politica.

Consigliere del Pdl Massimo Inches


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti