Metti una sera a cena…a casa mia

Arriva nella Capitale la moda di creare un ristorante privato nella propria abitazione
di Emiliano Germani - 30 Dicembre 2012

Sarà la crisi economica che spinge un po’ tutti a ricercare soluzioni per integrare il reddito, sarà la moda della cucina che spopola ovunque, sarà la voglia di sperimentare cose nuove e originali. Fatto sta che, dopo aver conquistato soprattutto le regioni del nord Italia, inizia a diffondersi anche a Roma il fenomeno delle cene segrete. Case di privati che si aprono per offrire cene a pagamento a dei perfetti sconosciuti attratti dalla curiosità e da menu originali, che spaziano dal casareccio alla nouvelle cuisine.

Una precisazione è d’obbligo. Qualche furbetto può sempre esserci, ma chi si impegna a ospitare un convivio in casa deve documentarsi bene su tutti gli obblighi giuridici e fiscali. E, se vuole, può far anche affidamento sull’assistenza di associazioni specializzate. A Roma, ad esempio, sta riscuotendo un certo successo Cene Romane (www.ceneromane.it), che offre consigli sulla corretta gestione legale, fiscale e amministrativa del servizio, sull’accoglienza e volendo anche sui menu. Inoltre, per gli iscritti è disponibile un sistema basato sui social network che facilita il passaparola e permette di sapere chi e dove sta organizzando una cena segreta in varie zone della città, raccogliendo anche le adesioni dei commensali interessati.

La moda delle cene segrete è nata in America e si è poi rapidamente diffusa nel nord Europa. Da noi ha avuto difficoltà a prendere piede, perché gli italiani sono culturalmente più resistenti di altri popoli europei all’idea di aprire la propria casa a degli sconosciuti. Tuttavia, ora il fenomeno sta ora esplodendo, spinto probabilmente da tre forti attrattive.

In primo luogo, in tempi di magra, la possibilità di guadagnare qualche soldo extra, offrendo menu “casalinghi” che si aggirano dai 20 ai 35 euro a persona. In secondo luogo, la voglia di socialità, importante soprattutto in una città grande come Roma dove, paradossalmente, malgrado i milioni di abitanti, può essere più difficile allargare la cerchia delle conoscenze. Infine, il gusto tutto nostrano della curiosità: perché volete mettere sbirciare per una sera in casa altrui o magari godersi qualche vista mozzafiato da una terrazza con affaccio sul centro di Roma? 


Commenti

  Commenti: 7

  1. maria pia d’andrea


    Buongiorno…….desidero essere contattata…..penso di avere i requisiti per inizziare questa avventura……aspetto una vostra risposta……abito ….forse nella zona più bella de Castelli Romani……Grazie e buonissima giornata!!!!


  2. Buonasera,
    Gia’ da tempo pensavo di realizzare la stessa cosa per la mia grande passione della cucina e della pasticceria e per avere un posto che merita tale iniziativa zona castelli romani.
    Desidero essere contattata da voi per poter iniziare questa nuova avventura.
    Attendo una vs risposta
    Grazie e distinti saluti


  3. Salve ho appena sentito parlare di voi su radio Capital in che cosa consiste e che requisiti bisogna avere per partecipare?la mia casa è a 300mt da piazza S. Pietro aspetto vostre notizie grazie e buona giornata!!!!

  4. Amalfi Coast Tours


    Bellissima idea molto di moda in tanti paesi europei e non solo, finalmente anche in Italia.


  5. Salve, vorrei fare nel fine settimana delle cene a cas mia, quali sono gli obblighi che devo rispettare per non incappare in sanzioni o controlli?. Grazie.


  6. Vorei anche io comincare fare una cena e casa x le persone che vengono a medjugorje
    Mi piace questo che state facendo
    Cosa devo fare

Commenti