Mille alberi a dimora nel Lazio con la Festa dell’Albero di Legambiente

I cittadini adottano gli spazi verdi urbani, nel Lazio si moltiplicano gli esempi
Enzo Luciani - 27 Novembre 2012

Mille alberi messi a dimora in una cinquantina di aree di Roma e del Lazio da cittadini, associazioni, comitati di quartiere e almeno 3.000 studenti coinvolti in 30 scuole: sono questi i numeri della XVIII edizione della Festa dell’Albero a Roma e nel Lazio, che anche quest’anno ha visto una nutrita partecipazione e tante iniziative in programma per riqualificare aree degradate e rinfoltire parchi e giardini con nuovi alberi e specie arboree.

"Gli alberi sono una barriera contro l’inquinamento acustico e atmosferico, creano corridoi verdi per la biodiversità e hanno un ruolo fondamentale nel prevenire il dissesto idrogeologico, con la loro capacità di produrre ossigeno e assorbire CO2 combattono l’effetto serra, rappresentano un grande valore soprattutto nei un contesti urbani dove la cementificazione spesso soffoca gli spazi verdi – afferma Cristiana Avenali, direttrice di Legambiente Lazio-. Con questa nuova edizione di successo, Legambiente ha voluto concentrare l’attenzione sulla necessità di riconquistare e strappare spazi verdi grandi e piccoli al degrado ed all’abbandono, con vere e proprie iniziative di adozione di aree da parte di cittadini e di co-gestione con le amministrazioni locali. A Roma e nel Lazio ci sono molteplici esempi che fanno ben sperare, dal parco della Garbatella al parco della Cellulosa, dal parco della Pace ad aree a Formello, Cori e Aprilia, luoghi dove i cittadini si rimboccano le maniche e i Comuni li supportano nelle attività.”

Nella Capitale, dove l’iniziativa si realizza grazie alla collaborazione dell’Assessorato all’Ambiente del Comune di Roma, sono stati tantissimi gli appuntamenti: al parco dell’Insugherata, al parco della Pace, al Parco della Cellulosa e al parco Garbatella, a Villa Ada, a Fontana Candida e in XII Municipio con la collaborazione con Leroy Marlene, oltre che nelle aree verdi seguite dal comitato Monteverde Quattro Venti, dall’ODV pro Prato Fiorito, dall’Ass. Il giardino dei Semplici. Le scuole e gli studenti hanno preso parte a numerose iniziative: hanno piantato alberi per rinverdire i giardini scolastici l’IC via del Fontanile Anagnino, l’IC Gianni Rodari, l’IC via Leonori e l’IC in piazza D. Sauli e tanti altri. Nel Lazio altre iniziative dei circoli di Legambiente a Sezze (Lt) presso l’asilo, a Latina al parco San Marco, ad Anzio (Rm) presso la scuola Franceschi. Doppia iniziativa a Formello (Rm) con la piantumazione di diverse un ulivo, un ciliegio, un melograno e dei laurocerasi in una zona trascurata e priva di vegetazione e poi a Monte Madonna con un azione di guerrilla gardenig per avviare il progetto “Adotta un’aiuola”.

Laboratorio Analisi Lepetit

Gli studenti hanno avuto la possibilità di prendere parte a due concorsi letterari “ L’albero racconta” per i più piccoli e “Storia di un Parco”, concorso giornalistico per ragazzi per approfondire le tematiche ambientali. La Festa dell’Albero è organizzata nella Capitale in collaborazione con l’Assessorato all’Ambiente e il Dipartimento X del Comune di Roma.

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti