M’illumino di meno 2010

Il 12 febbraio non più luci spente ma "ora impariamo a produrre e pretendere energia pulita". Il XX municipio aderisce alla giornata del risparmio energetico
di Maria Giovanna Tarullo - 4 Febbraio 2010

Anche quest’anno la trasmissione radiofonica "Caterpillar", in onda tutti i giorni sulle frequenze di Radio Due, è pronta a scendere in campo a favore della tutela dell’ambiente, promuovendo la Giornata del risparmio energetico.
La manifestazione, ormai giunta alla sua sesta edizione, si svolgerà il prossimo 12 febbraio quando gli organizzatori inviteranno gli aderenti all’iniziativa, la quale non è più la stessa, cioè quella di spegnere simbolicamente la luce per un’ora, come è stato per le precedenti edizioni; ma di confrontarsi con le fonti energetiche rinnovabili, provando a illuminare le città italiane in maniera sostenibile.
Almeno per un giorno, nelle piazze di tutta Italia si accenderanno dunque fonti luminose alimentate a energia rinnovabile, oppure frutto di interventi creativi di consumo efficiente.
La Capitale sarà protagonista di questa manifestazione, che si concluderà lo stesso 12 febbraio celebrando la "Festa dell’energia pulita", che sarà raccontata da una puntata speciale di "Caterpillar" dai Mercati Traianei a Roma.
La trasmissione, a cui parteciperanno cittadini, scuole, istituzioni e associazioni che hanno aderito a "M’illumino di meno", sarà illuminata da fonti rinnovabili (in questo periodo dell’anno, il sole a Roma tramonta già alle 17e30) e si concluderà con un concerto finale rigorosamente a impatto zero.

In merito all’iniziativa, lo scorso 1 febbraio, il Consiglio Municipale del XX municipio, votando la mozione presentata dai consiglieri del Pd Francesco Scoppola ed Alessandro Cozza, ha deciso di prendere parte alla giornata del risparmio energetico. I consiglieri municipali, che hanno sottolineato con un comunicato che la mozione di adesione è stata presentata dal loro gruppo politico, hanno dichiarato: "Negli anni passati sono state tantissime le città italiane che, decidendo di lasciare al buio per una sera i propri luoghi simbolo come il Colosseo, il Palazzo del Quirinale e Montecitorio a Roma, il Palazzo Vecchio a Firenze, il Maschio Angioino a Napoli solo per citarne alcune, hanno deciso, così come hanno fatto nel resto d’Europa Parigi, Londra, Barcellona, Dublino, Vienna, Atene e tante altre, di dimostrare al mondo che esiste un enorme e gratuito giacimento di energia pulita, il risparmio."
"Abbiamo pensato – i consiglieri del pd aggiungono – che una manifestazione che negli anni ha coinvolto non solo città, ma anche ampie realtà sociali quali associazioni di volontariato, scuole, aziende e musei, potesse essere un’ottima iniziativa da supportare e diffondere anche all’interno del Municipio per trasmettere un importante messaggio sociale ed etico. Ci auguriamo quindi, che non solo questa giunta municipale mantenga fede a quanto votato oggi e il 12 di febbraio, spenga uno o più monumenti/luoghi simbolo del territorio del Municipio, ma che anche la cittadinanza del nostro territorio aderisca con entusiasmo a questa iniziativa".


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti