Minorenni sorpresi con coltelli a Casal De’ Pazzi

Denunciati dalla Polizia per porto ingiustificato di arma da taglio
Enzo Luciani - 28 Aprile 2009

Due ragazzini di 16 e 17 anni sono stati sorpresi nel parco di Casal de’ Pazzi, nel V Municipio, armati di coltelli con le lame lunghe 22 e 18 centimetri.
Ai poliziotti che li hanno fermati, per un controllo intensificato proprio in seguito alle recenti cronache di accoltellamenti, i due minorenni, senza precedenti, non hanno giustificato il possesso delle lame.
Sono stati denunciati in stato di libertà per porto ingiustificato di arma da taglio e i loro genitori sono stati convocati negli uffici della Questura.

"Portare un coltello a 16 anni rappresenta quell’emergere, quel meritare rispetto da parte dei coetanei, quell’essere un ‘di più’ ". Questo il commento di Alessandro Calgani, responsabile romano dell’Italia dei Diritti, il movimento presieduto da Antonello De Pierro, alla notizia del fermo dei due ragazzi " Mentre prima – ha continuato Calgani – poteva esserlo sfoggiare un motorino o un tatuaggio all’ultima moda, ora è il turno delle lame. Non aiutano di certo i provvedimenti delle varie amministrazioni che stanno marginalizzando sempre più le periferie capitoline, soprattutto dal punto di vista del trasporto pubblico".


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti