Montecitorio e il Senato aprono le loro porte agli elettori

Questo week-end sarà possibile visitare le sedi istituzionali del nostro paese
di Valentina Rifici - 29 Settembre 2011

Quanti di voi si saranno chiesti com’è all’interno Palazzo Madama? E quanti ancora vorrebbero provare il brivido di sedere su una poltrona del “Transatlantico”? Questo week-end sarà possibile soddisfare le curiosità di noi tutti. Sabato 1 ottobre e domenica 2 ottobre, infatti, alcune tra le principali sedi istituzionali della nostra città apriranno le porte al grande pubblico.
Palazzo Madama sede del Senato della Repubblica, sarà aperto a partire dalle ore 10.00 fino alle ore 18.00 della giornata di sabato. Per poterlo visitare è necessario ritirare un biglietto di accesso presentandosi presso l’ingresso di piazza Madama 11 il giorno stesso dell’apertura al pubblico, dalle ore 8.30 in poi. Ciascun visitatore può richiedere, fino ad esaurimento, un massimo di quattro biglietti se adulto e un solo biglietto se minorenne, scegliendo un orario compreso tra le 10 e le 18 con intervalli di venti minuti.
Le visite, totalmente gratuite e della durata di circa 40 minuti, sono curate dal personale del Senato, che illustrerà i principali aspetti storici e artistici delle sale di rappresentanza e dei luoghi più suggestivi di Palazzo Madama.
Domenica, invece, si rinnova l’appuntamento con “Montecitorio a porte aperte”, grazie all’iniziativa della Camera dei Deputati. L’orario delle visite sarà sempre dalle 10.00 fino alle 18.00. Da non perdere, in piazza Montecitorio, alle ore 11.00, il concerto della Banda dell’Esercito Italiano, diretta dal Maestro Mauro Muraglione. La visita, guidata e per gruppi, si snoda lungo un itinerario storico-artistico che comprende tra l’altro:
– l’Aula, con i pannelli del Fregio di Sartorio che decora l’emiciclo illustrando le vicende epiche del popolo italiano e recentemente restaurati;
– il "Velario", imponente decorazione liberty di circa 800 metri quadrati in rovere di Slavonia, vetro colorato e ferro;
– il "Transatlantico", salone che deve il suo nome all’illuminazione a plafoniera, caratteristica delle navi transoceaniche;
– il Corridoio dei busti, nonché alcune tra le più belle sale di rappresentanza, quali la Sala della Lupa e la Sala Aldo Moro.

Si ricorda che non è possibile prenotare i biglietti anticipatamente e che il Senato non ha affidato ad alcun operatore turistico la promozione e l’organizzazione delle visite.

Per ulteriori informazioni è possibile telefonare al numero 06 6706 2430 oppure scrivere a visitealsenato@senato.it


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti