Laboratorio Analisi Lepetit

Moriconi: Servizio Giardini Municipale… non è proprio così

Precisazioni dell'assessore municipale all'Ambiente alla lettera di protesta del consigliere Sergio Paoletti pubblicata dal giornale a firma
Riceviamo e pubblichiamo - 6 Giugno 2012

Come Assessore con delega all’Ambiente nella Giunta del Municipio Roma VII guidata dal Presidente Mastrantonio mi corre l’obbligo fare alcune precisazioni in merito alla lettera di protesta pubblicata dal giornale a firma del consigliere Sergio Paoletti e che stante alle dichiarazioni dello stesso, avrebbe inviato anche al Direttore del Dipartimento Servizio Giardini dott. Profeta, all’Assessore all’Ambiente Marco Visconti e al Sindaco Giovanni Alemanno.

Nella sua lettera il consigliere Paoletti accusa senza mezzi termini il Servizio Giardini del nostro Municipio di esercitare una cattiva manutenzione su strade, giardini e parchi. Una sfilza di accuse consentite solo a chi non conosce bene la macchina Comunale e le scelte dei Dipartimenti e cosa ancora più importante le dotazioni di organici e di tecnologia presente nei Servizi Giardini Municipali.

Iniziamo dal personale, segnalando che i dipendenti attuali sono 18 e solo 12 assegnati alla manutenzione, di questi uno solo svolge la funzione di potatore, ha un contratto part-time ed è disponibile per soli due giorni alla settimana…il tutto a fronte di oltre 270 ettari tra parchi, piazze e giardini.

Per quanto riguarda le attrezzature tecniche va detto che il mezzo dotato di cestello (indispensabile per le potature degli alberi) è stato consegnato solo di recente, dopo mesi di promiscuità con altri servizi del comune. Va detto anche che proprio a causa di avere un solo potatore e per due soli giorni alla settimana, non sono state ancora del tutto ripristinate le ferite inferte dalle nevicate di quest’inverno al patrimonio arboreo municipale.

Né il nostro e né gli altri municipi romani mi sembra che siano di dotati di un biotrituratore meccanico che consentirebbe di eliminare montagne di potature in pochissimo tempo, senza l’ulteriore utilizzo di camion provvisti di gru con ragno e con il vantaggio di trasformare i residui lignei in quel compost essenziale per le culture biologiche e nei nostri orti sociali, praticamente finiti e prossimi all’inaugurazione e all’assegnazione. Un doppio vantaggio insomma. Uno economico e l’altro ambientale.

Il consigliere Paoletti nella lettera pubblicata accusa il servizio giardini anche per l’incuria presente sulle strade e in alcuni spazi verdi del nostro territorio e lo fa senza sottolineare che strade, spazi verdi e molte piazze sono state affidate dal X Dipartimento in manutenzione all’Ama SpA, la quale utilizza a seconda della grandezza degli spazi da manutentare o la Zona o un Servizio creato ad hoc.

Va ricordato inoltre che ne AmA SpA e ne il Dipartimento X hanno mai consegnato al Municipio di riferimento la "Carta dei Servizi" o il "Capitolato d’Appalto", strumenti indispensabili per poter esercitare con autorevolezza e razionalità gli addebiti circa lavori non eseguiti o mal eseguiti.

Ho ritenuto fare delle precisazioni alla lettera denuncia del consigliere Paoletti e pur riconoscendogli di essere presente e spendersi per tentare di risolvere i problemi del territorio, allo stesso, non può essere consentito di accusare ingiustamente i dipendenti del Servizio Giardini municipale di "operato carente…se non nullo" omettendo le responsabilità politiche della Giunta Comunale che tra servizi appaltati e sub-appaltati, carenze di personale e attrezzature tecnologiche, è la vera responsabile di quei ritardi e quel degrado che il consigliere eletto nelle file del Pdl ha denunciato. 

Adotta Abitare A

Alessandro Moriconi, Assessore all’Ambiente del VII municipio


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti