Movida a Roma, sinergia tra le forze dell’ordine

Nove macroaree e controlli ininterrotti fino all’alba, con Carabinieri, Polizia di Stato e Polizia impegnate in tutto il week end per la sicurezza del divertimento notturno
Enzo Luciani - 7 Agosto 2011

Nove macroaree e controlli ininterrotti dalle prime ore della serata fino all’alba, con Carabinieri, Polizia di Stato e Polizia di Roma Capitale impegnate in tutto il week end per la sicurezza del “divertimento notturno”.

Sono queste le linee guida che hanno trovato attuazione nell’ambito dei servizi finalizzati a tenere sotto controllo il fenomeno della movida nella Capitale, pianificati dal Questore sulla base delle indicazioni emerse nell’ambito di riunioni tecniche tenutesi in Questura ed in Comune all’inizio della settimana, ed in attuazione degli indirizzi del Prefetto di Roma.

L’attività su strada, nell’ottica di una ancora più intensa collaborazione tra le forze in campo, è stata così affidata all’azione sinergica di Carabinieri, Polizia di stato e Polizia di Roma Capitale, che hanno assicurato il controllo in diverse aree della città.

Le zone attenzionate riguardano Trastevere a Campo dei Fiori, dal centro storico- con Piazza Navona e Piazza di Spagna- a Ponte Milvio, fino ad arrivare a San Lorenzo e Testaccio.

Al fine di ottimizzare il controllo del territorio mirato alla prevenzione ed al contrasto della forme di illegalità connesse al divertimento notturno, le singole aree sono state suddivise ed affidate alla competenza degli organi di polizia, al fine di assicurare una più estesa copertura territoriale e di evitare la dispersione di risorse con la sovrapposizione delle pattuglie.

Sono state 1000 le persone identificate e 739 i veicoli sottoposti a controllo nel corso dei quali sono state contestate violazioni al codice della strada e sequestri amministrativi.
I numeri dei controlli parlano di 35 pusher finiti in manette, 18 persone arrestate per furto tra cui 5 per borseggio ed 1 per rapina impropria.

Nel corso delle operazioni sono state sequestrate centinaia di dosi di hashish, marijuana, cocaina ed eroina.

Per un 21 enne è scattato l’arresto per evasione degli arresti domiciliari, mentre per un 38enne ed una nomade, il provvedimento restrittivo è scattato in esecuzione di ordine di custodia cautelare già emessa dall’Autorità Giudiziaria per precedenti condanne.

Adotta Abitare A

Gli spacciatori sono stati individuati da Polizia e Carabinieri nelle zone di San Basilio, Ponte Milvio, Trastevere, San Lorenzo, Piazza Vittorio e Pigneto.

Altre 2 persone sono state segnalate alle autorità competenti come consumatori di sostanze stupefacenti.

Nella zona di San Basilio sono oltre 500 i grammi di sostanze stupefacenti rinvenuti e recuperati nel corso dei controlli. In particolare circa 300 grammi sono stati trovati all’interno di uno scooter che dagli accertamenti è risultato provento di furto e verosimilmente utilizzato come luogo di deposito dagli spacciatori della zona. Il restante quantitativo di marijuana, è stato invece rinvenuto in alcuni sacchetti che, depositati a ridosso di un marciapiede nella zona di San Basilio, hanno attirato l’attenzione degli agenti. Per un cittadino della Guinea le Forze di Polizia hanno invece fatto scattare l’arresto in quanto, nel corso di un intervento per lite l’uomo, in stato di ebbrezza, aveva inveito ripetutamente nei confronti della propria compagna. L’uomo avvicinato dagli Agenti si è scagliato contro di loro aggredendoli. Messo a disposizione dell’Autorità Giudiziaria dovrà ora rispondere di resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale.

Analoga sorte è toccata ad una cittadina romena che nel quartiere di Villa Glori ha aggredito gli agenti nel corso di un controllo nel chiosco presso il quale lavora.
Imponente anche il dispositivo dei controlli sulla sicurezza stradale messi in atto dalla Polizia Stradale e dal Corpo di Polizia Roma Capitale.

Particolare attenzione è stata rivolta alla verifica del tasso alcolemico per i conducenti di autoveicoli e motoveicoli. Sono state 18 le patenti ritirate, di cui 13 per guida in stato di ebbrezza, 4 per il superamento dei limiti di velocità e 1 per guida sotto l’effetto di sostanze stupefacenti. In totale 68 le infrazioni contestate nel corso delle quali sono stati sottoposti a fermo amministrativo due veicoli e 5 persone sono state denunciate.

L’attività di controllo è stata anche accompagnata dalla distribuzione di 11 biglietti omaggio per l’ingresso in discoteca che gli agenti hanno consegnato ai conducenti risultati in regola con le norme del Codice della Strada.

Sono stati in totale 613 i controlli effettuati dal Corpo di Polizia Roma Capitale, nel corso dei quali sono state contestate 286 sanzioni.

Nel quartiere San Paolo, in via Orso Mario Corvino, è stato sottoposto a controllo un circolo privato che di fatto veniva gestito come un esercizio aperto al pubblico.
Un dipendente, di nazionalità straniera, è risultato sprovvisto del permesso di soggiorno. All’interno del circolo infatti è stata anche individuata una camera con un giaciglio di fortuna ed alcuni vestiti, che veniva utilizzata come dimora dal clandestino.

Il responsabile del circolo è stato quindi denunciato per favoreggiamento e sfruttamento dell’immigrazione clandestina, mentre è stata proposta al contempo anche la chiusura dell’esercizio.
All’Ufficio Immigrazione della Questura il compito di accogliere i 79 cittadini stranieri , di cui 31 comunitari e 48 extracomunitari, per i quali, in alcuni casi per assenza di documenti, gli operatori impegnati su strada hanno ritenuto di dover approfondire i controlli.

Per 23 di loro, in relazione alle diverse tipologie di irregolarità sono state istruite le procedure relative ai provvedimenti di espulsione e allontanamento dal Territorio Nazionale.

Il video dell’operazione

 

 

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti