Categorie: Cultura Lavoro
Municipi: ,

Mozione per la riapertura luoghi artistici e turismo nella fase 2

Figliomeni (FDI): “Cultura e turismo a rischio, si pensi a soluzioni concrete per la fase 2”

“Stiamo raccogliendo le richieste di aiuto di diversi settori produttivi dal mondo del commercio a quello dello sport, da quello della ristorazione quello degli artigiani e le richieste sono sempre le stesse, poter riprendere a lavorare, ovviamente nella massima sicurezza, e poter avere dagli aiuti economici per poter ripartire. Ma indubbiamente il più “grande capitale” è rappresentato dalla cultura e dal turismo che rappresentano il punto focale della nostra Nazione.

“Due settori fondamentali a cui è collegato un indotto di lavoratori molto importante per numeri tra operatori turistici, guide specializzate, personale dei luoghi d’arte, cinema e teatri, penalizzati nella loro professione da questa chiusura prolungata. A questo riguardo abbiamo predisposto una mozione incentrata su una riapertura di tutti questi luoghi che potrebbero essere contingentati e con biglietti prenotati online, per evitare code alle biglietterie e ridurre al minimo i contatti e nel caso di luoghi chiusi utilizzando posti distanziati. E’ nostro dovere di amministratori aiutare a far ripartire queste attività  i loro lavoratori professionali, attraverso modalità operative precise e di buon senso, perché molte persone rischiano di perdere il posto di lavoro.

“Chiediamo al Sindaco Raggi di mettere in piedi in questi giorni che precedono il 4 maggio, data scelta dal Governo per la riapertura, un tavolo di concertazione con l’Assessore alla Cultura, il Sovrintendente, i direttori dei musei comunali, i rappresentanti dei settori e le sigle sindacali, al fine di preparare un piano d’azione con relativo protocollo di sicurezza, che preveda aperture più lunghe dei musei, mostre e siti archeologici, in modo da avere visite di un massimo di 15 persone per volta coadiuvate da guide turistiche specializzate, su prenotazione, da spalmare su un arco di tempo maggiore, dotando tutti i luoghi di dispositivi sanitari.

“Speriamo che le nostre richieste siano accolte perché la gestione, se progettata in maniera intelligente, non è complicata ma può far ripartire due settori fondamentali come quello culturale e turistico”.

Lo dichiara Francesco Figliomeni, consigliere di Fratelli d’Italia e vice presidente dell’Assemblea Capitolina.


Questo articolo è stato utile o interessante?
Sostieni Abitarearoma clicca qui! ↙

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Scrivi un commento