Multe: da ottobre via alla sanatoria

Riguarderà i verbali non prescritti emessi entro il 31 dicembre 2004
di Emiliana Costa - 14 Settembre 2009

Sospiro di sollievo per tutti coloro che nel caos cittadino si sono lasciati andare qualche volta a un’infrazione e ai quali è arrivata puntuale come un orologio svizzero la temuta contravvenzione. Parte dal prossimo mese di ottobre la ‘mini-sanatoria’ per le multe prese prima del 2004. Lo annuncia Maurizio Leo, presidente della commissione di vigilanza sull’anagrafe tributaria, ‘padre’ della norma che consente la sanatoria e assessore al Bilancio del Comune di Roma.

Il Campidoglio sarà il primo a sperimentare la strada indicata dal decreto anti-crisi varato dal Governo Berlusconi prima dell’estate. Gli altri Comuni, volendo, potranno seguirne l’esempio. “Finalmente si cambia – .dice il Sindaco Alemanno – Abbiamo ottenuto una norma nazionale per fare la sanatoria e abbiamo approvato le delibere conseguenti. Era doveroso un cambiamento da parte della nostra amministrazione e ringrazio l’assessore al Bilancio che con l’esperienza in campo fiscale ci ha consentito di voltare pagina”.

Le multe nella Capitale sono circa tre milioni l’anno. L’operazione sanatoria scatterà a ottobre. La concessionaria per la riscossione, cioè la Gerit-Equitalia (Ministero del Tesoro), manderà avvisi a circa 400 mila cittadini per un totale di quasi due milioni e 700 mila multe. Il Comune è convinto che la concessionaria riuscirà ad eliminare, “ripulendo” le Cartelle Esattoriali, tutti i verbali già prescritti. Solo a quel punto cominceranno a partire le lettere ai destinatari. Ma la via crucis delle multe è da sempre lastricata di buone intenzioni. Il bilancio si potrà fare solo alla fine. Il contribuente, pagando l’importo indicato, potrà togliersi il pensiero definitivamente. Ma resta intatto il diritto di ricorrere al Giudice di Pace nel caso in cui non lo avesse già fatto o di proseguire una causa già intentata nella convinzione di non dover un bel nulla al Comune.

Leo spiega che mancano ancora una serie di passaggi per partire, ma che il Comune, in stretta collaborazione con la Gerit, è a buon punto e quindi le prime comunicazioni ai contribuenti potrebbero partire già il mese prossimo. “Gerit intanto – spiega Leo – sta facendo un calcolo delle sanzioni prescritte e che non dovranno essere addebitate ai contribuenti”.

Quindi l’indicazione è: per le multe prima del 2004 aspettare la comunicazione della Gerit; per quelle del 2005 è invece prevista la possibilità di rateizzare mentre per il 2006 partiranno una serie di "avvisi bonari" che serviranno solo a ricordare ai contribuenti che c’è un conto da pagare. Le sole multe prese prima del 2004 (a Roma sarebbero 400.000 i cittadini interessati) si potranno sanare senza il pagamento degli interessi ma con un tasso del 4% per l’agente riscossione a titolo di rimborso. Molti – secondo Leo – i Comuni italiani interessati.

 


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti