Napoli-Lazio 0-1. La Lazio sbanca il San Paolo e vola in finale

Una magica vittoria che porta direttamente la Lazio in Europa League
di Davide Sperati - 9 Aprile 2015

Ottima prova dei capitolini che vincono in trasferta e volano in finale dove affronteranno la Juventus. Una magica vittoria che porta direttamente la Lazio in Europa League, consentendogli di giocare due finali (Coppa Italia e Supercoppa Italiana).

LAZIO

Berisha 7 – E’ una delle sue migliori serate con la maglia della Lazio e lo si capisce subito, quando al 27′ è fortunato sulla punizione di Gabbiadini che colpisce il palo. Al 68′ salva il risultato quando anticipa Higuain sul retropassaggio killer di Braafheid.

Basta 7,5 – Forse il migliore. Corre quanto un centometrista e ad inizio ripresa, in scivolata, salva il risultato. È ancora provvidenziale al 55′ quando salva su Mertens e dopo appena tre minuti quando disturba Higuain lanciato a rete.

De vrij 6,5 – A parte quel disimpegnato errato nella ripresa, l’olandese come al solito gioca in scioltezza e con estrema attenzione, non concedendo un metro a Higuain.

Mauricio 7 – Meglio anche del compagno di reparto. In quanto, se per De vrij abbiamo menzionato il disimpegno errato effettuato nella seconda frazione di gioco, per il brasiliano non dobbiamo annotare nulla di negativo, anzi. Attento e preciso nelle chiusure e in tutti i movimenti difensivi, non lascia scampo agli attaccanti partenopei. Al 66′ in scivolata sfiora anche il tocco vincente.

Braafheid 5,5 – Accusa l’impegno ravvicinato ma tutto sommato la sua prova non è da buttare. Due errori su tutti: il primo al 41′, quando si divora una palla goal da ottima posizione, la seconda ben più grave, quando al 68′ per poco non la combina grossa con un retropassaggio che Berisha salva per miracolo. Dal 82′ Cavanda 6 – Entra nei dieci minuti finali. Decisivi, tesi, gloriosi.

Parolo 7 – Gioca sempre con personalità e la calma tipica di un nord europeo. Dà il via alla manovra che porta in vantaggio la sua squadra e in mezzo al campo è un leone.

Adotta Abitare A

Biglia 8 – Sempre pronto a contenere le ripartenze di Hamsik e degli altri centrocampisti avversari, Lucas Biglia è ovunque, non spreca un pallone e dà solidità a tutto il reparto. Distrugge le iniziative del Napoli, crea quella della Lazio. Perfetto.

Cataldi 5,5 – Preferito a capitan Mauri, Cataldi non riesce mai ad entrare nel vivo della partita. Nella gara di andata fu autore di una prova più convincente mentre ieri sera fa a sportellate con i mediani del Napoli senza riuscire a verticalizzare. Dal 54′ Mauri 6,5 – Il suo ingresso aiuta la Lazio a salire e creare un po’ di scompiglio sulla trequarti. Ottimo nella gestione dei palloni.

Candreva 6 – È suo il primo tiro della partita ma la sfera termina di poco a lato. Poco propositivo esce dopo venti minuti della ripresa. Dal 67′

Lulic 9 – Parte dalla panchina e dopo otto minuti sfiora il gol del vantaggio biancoceleste. Non contento dopo quattro minuti ha la palla buona e stavolta non sbaglia, realizzando il gol qualificazione. Un gol che già così sa di storia, ma non basta per celebrare la prova di Senad, perché a tre minuti dal 90′ salva sulla linea di porta il tiro di Insigne che stavo indirizzandosi in rete.

Klose 7 – Si muove bene, gioca anche sporco, spesso cercando il contatto fisico con i centrali napoletani. Miroslav Klose è anche una manna dal cielo per i centrocampisti laziali, perché il suo gran lavoro anche in fase di copertura è vitale per far respirare i compagni di squadra.

Felipe Anderson 7 – Il suo guizzo a quindici minuti dal termine è devastante. Maggio lo contiene benissimo fino a quando non s’inventa la serpentina diabolica che ammutolisce il San Paolo, servendo su un piatto d’argento la palla del vantaggio capitolino.

All. Pioli 8 – Azzecca il cambio con Lulic, ma anche l’innesto di Mauri per Cataldi non è male. Nel primo tempo aspetta, senza fretta, che la partita faccia il suo corso. Nella ripresa accelera i tempi e il gol arriva al giusto momento, a dieci minuti dal triplice fischio, senza nemmeno che il Napoli abbia il tempo per trovare le giuste misure per raggiungere un pareggio provvidenziale.

lulic

NAPOLI

Andujar 6
Maggio 7
Albiol 6,5
Britos 6
Ghoulam 5
Inler 5,5
Gargano 5. Dal 84′ Insigne s.v.
Gabbiadini 6,5. Dal 72′ Callejon 6
Hamsik 6
Mertens 5,5. Dal 67′ De Guzman 5,5
Higuain 5

All. Benitez 5

ARBITRO

Orsato di Schio 6 – Qualche intervento non fischiato alla Lazio ma nulla di eclatante. Al 58′ polemiche laziali sul fallo subito di Klose. L’intervento di Britos è falloso perché impedisce la corsa al giocatore laziale, anche se sembra appena fuori dal limite dell’area.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti