Sport  

Napoli-Roma 4-1, Cavani abbatte i giallorossi

Le pagelle a cura di Gianluigi Polcaro
di Marco Maestà - 7 Gennaio 2013

 

Gara decisa dalla brutta vena degli avanti romanisti e dalla fantastica tripletta del bomber Cavani che fa la differenza. La sintesi della gara che ha visto protagonista  l’uruguaiano, è che la Roma gioca e Cavani segna.   I giallorossi fanno sempre la partita e sbattono sistematicamente sul muro eretto dagli uomini di Mazzarri che cercano le ripartenze facendo densità a centrocampo e lanciando nelle praterie della difesa avversaria uno dei migliori centravanti del mondo, agile veloce ed implacabile sotto porta.   Gli ospiti si ritrovano sotto già  al 4’pt, quando un’amnesia collettiva della difesa permette a Pandev di lanciare Cavani nello spazio e di trafiggere Goicoechea.   I romanisti cominciano  a macinare gioco ed hanno anche le loro belle occasioni per pareggiare, ma la cattiva giornata di Destro ne mortifica ogni velleità.  In alcuni momenti della gara la Roma sembra addirittura padrona del campo con una produzione offensiva importante e  De Sanctis è decisivo nel conservare il risultato nel primo tempo. Ma nel calcio  moderno se non segni alla fine paghi ed infatti quando pronti via nel secondo tempo Cavani realizza il secondo gol, la gara si fa quasi proibitiva.   La Roma comunque non si arrende e continua a cercare di recuperare, al 70’st neanche il terzo gol di testa del bomber uruguaiano ne spegne l’ardore, perché subito Osvaldo accorcia le distanze e quando nel finale anche in dieci per l’espulsione di Pjanic, cerca un disperato recupero subisce la quarta rete di Maggio che chiude definitivamente la partita.   In conclusione il risultato finale è giusto ma forse troppo pesante, perché la Roma non demerita sotto il piano del gioco, ma è penalizzata dagli errori individuali e dalla grandissima giornata del bomber napoletano, che è sempre più decisivo.   NAPOLI: De Sanctis; Campagnaro, Britos, Gamberini; Maggio, Behrami, Inler (64′ Dzemaili), Hamsik (87′ Insigne), Zuniga; Pandev (80′ Mesto), Cavani. A Disp.: Rosati, Fernandez, Uvini, Donadel, El Kaddouri, Vargas All. Mazzarri    ROMA: Goicoechea; Piris (82′ Florenzi), Burdisso, Castan, Balzaretti; Bradley, De Rossi, Pjanic; Lamela, Destro (62′ Osvaldo), Totti. A disp.: Lobont, Stekelenburg, Dodò, Romagnoli, Lucca, Perrotta, Marquinho, Tachtsidis. All. Zeman   Arbitro: Tagliavento di Terni. Assistenti: Tonolini e Giordano. IV uomo: Musolino. Assistenti di porta: Rocchi e De Marco   Note. Espulso: Pjanic al 29′ st per doppia ammonizione Ammoniti: Pjanic (R), Campagnaro (N), Totti (R), De Sanctis (N), Maggio (N)   Ecco le pagelle di Napoli-Roma 4-1, a cura di Gianluigi Polcaro

 

Napoli: De Sanctis 7, Campagnaro 6,5, Britos 6, Gamberini 6, Zuniga 7, Inler 6 (64′ Dzemaili s.v.), Behrami 6,5, Maggio 7, Hamsik 5,5 (87′ Insigne s.v.), Pandev 6,5 (80′ Mesto s.v.), Cavani 8,5. All. Mazzarri 8.

Roma:
Goicoechea 5,5: Bravissimo a intervenire in uscita, ma tra i pali ha qualche incertezza, tra cui quella imbarazzante sul terzo gol, sorpreso fuori posizione dal colpo di testa di Cavani che lo trafigge con la palla sotto le gambe
Piris 6: L’unico che si salva della difesa. Puntuale negli interventi, è il solo a tenere testa a Cavani
Burdisso 5: Fa quel che può fino a crollare sotto i colpi del Matador
Castan 5: Stesso discorso per Burdisso; inizia bene, ma poi non riesce a gestire le ripartenze micidiali dei partenopei
Balzaretti 5: Male in difesa e impreciso in attacco. È l’ombra dell’arrembante esterno visto agli europei
Pjanic 5: Solo qualche colpo ad effetto, soprattutto su calcio fermo, ma poi niente. Fatica a stare appresso ai giocatori napoletani che si inseriscono. Espulso per doppia ammonizione proprio per questo motivo
De Rossi 5: Non può molto con un Napoli che pressa proprio lì davanti alla difesa giallorossa. Non riesce ad impostare e a far ripartire l’azione
Bradley 5: Corre e si inserisce bene, ma è troppo impreciso nei passaggi e nelle tre occasioni in cui si trova davanti alla porta senza concretizzare. Troppi errori
Lamela 4.5: Impalpabile. Mazzarri gli costruisce una gabbia irrespirabile e lui ne esce tramortito. Perde quasi tutti i palloni e fa ripartire gli avversari sistematicamente
Destro 4,5: Sempre grande impegno, ma è la dimostrazione che vince chi ha Cavani e non talento in erba, che certamente si farà. Sbaglia tre occasioni che la Roma rimpiangerà
Totti 6,5: L’unico a non mollare mai. Viene a prendersi palla dietro le punte e lancia i compagni con la solita classe
(61′ Osvaldo) 6,5: Il bomber ribelle entra e ci mette una pezza. Sempre pericoloso
(81′ Florenzi) s.v.

All. Zeman 5: Al rientro si ritrova una squadra imbambolata, che non risponde ai suoi dettami. Sbaglia a non prendere contromisure contro un Napoli che attacca tra le linee, pressando direttamente sulla sorgente di gioco romanista

Arbitro: Paolo Tagliavento 6: A parte qualche fiscalismo di troppo, gestisce bene un match non facile da dirigere


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti