Nasce a Roma la Tele.News, la tv della metro firmata Telesia

Dopo i successi di Milano, la Tele.News Metro accende i suoi monitor anche in 5 stazioni metro a Roma
di Fabiola Rizzo - 12 Marzo 2007

Dal 1 marzo i passeggeri che si spostano per la capitale sono allietati, nell’attesa della metro che li porti a destinazione, dalla Tele.News Metro.
Sono iniziate infatti in partnership con Atac, le trasmissioni del Tele.News Metro, la tv della metropolitana realizzata da Telesia ideata dal network milanese e già attiva nei maggiori scali aerei italiani e nella metro di Milano.

Il sistema è già operativo in 5 stazioni: Termini/metrò A, Termini/metrò B, Ottaviano, Cipro-Musei Vaticani e Battistini nei quali si contano 102 monitor televisivi al plasma che possono raggiungere potenzialmente circa 750.000 passeggeri.

Inoltre, si prevede che entro il prossimo mese di giugno saranno coperte tutte le 20 principali stazioni coinvolte nel progetto. In particolare sono interessate nella linea A le seguenti stazioni: Battistini, Cipro-Musei Vaticani, Ottaviano, Lepanto, Flaminio, Spagna, Barberini, Repubblica e Termini/metrò A, Subaugusta e Anagnina. Per la linea B saranno coperte: Rebibbia, Ponte Mammolo, Tiburtina, Policlinico, Termini/metrò B, Circo Massimo, Piramide, San Paolo, Laurentina.

Dunque informazione, intrattenimento, pubblicità e soprattutto comunicazione sociale consentiranno alle persone in transito di ingannare l’attesa dell’arrivo della metro. Attualmente nelle banchine delle prime stazioni sperimentali si è confezionato un prodotto ad hoc che ha come oggetto esclusivamente le notizie relative al mondo dei trasporti pubblici e della mobilità urbana.

Le informazioni di servizio sono articolate in Gr da 60 secondi e Gr Multilingue da 90 secondi in inglese, francese, polacco, rumeno e spagnolo, in una sinergia tecnologica tra informazione televisiva e radiofonica.

Importantissimo risulta, soprattutto per la gestione delle “ultim’ora” sulla rete di trasporto, il rullo scorrevole previsto nel sottopancia dei monitor che permetterà, in pochi secondi, di inserire brevi news in formato testo direttamente sugli schermi delle banchine. Queste notizie formato testuale informeranno tempestivamente i passeggeri in attesa nelle metropolitana dei blocchi o delle limitazioni del servizio, delle deviazioni di linee, della chiusura di stazioni, anche nei momenti in cui i Gr di RomaRadio non possono essere messi immediatamente in onda.

L’accordo, la cui durata è di 5 anni, è a costo zero sia per i cittadini, sia per l’Atac. Tutte le infrastrutture per realizzare il sistema di trasmissione sarà a carico della Telesia, la quale in cambio potrà sfruttare tutti gli spazi pubblicitari; nelle tasche dell’Atac entreranno 250.000 euro, oltre ad una percentuale su quanto fatturato da Telesia e, alla fine dei cinque anni, l’ex municipalizzata diverrà proprietaria dell’intera struttura di diffusione.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti