A Natale la Capitale si trasforma in un arcobaleno di colori

Cresce la polemica sulla decisione di Marino di non utilizzare il tradizionale tricolore. Ghera (F.I.) "L'arcobaleno un' idea provocatoria e ideologica"
La Redazione - 4 Dicembre 2013

Saranno i colori dell’arcobaleno ad illuminare le vie del centro di Roma per il Natale 2013. Attraverso il serpentone luminoso lungo un chilometro e mezzo, che va da piazza Venezia a piazza del Popolo, quest’anno Roma Capitale vuole lanciare un messaggio di pace ed uguaglianza e per questo prende spunto dalla bandiera arcobaleno, adottata sia dai pacifisti che dalla comunità omosessuale. Inoltre la parola pace comparirà anche su i due grandi abeti che invaderanno piazza Venezia e piazza di Spagna.

via-del-corso“L’arcobaleno è il miglior simbolo che Roma potesse scegliere per Natale – ha affermato la consigliera Sel, Imma Battaglia – Nell’arcobaleno ci sono anche i colori della Rainbow, simbolo dei diritti Lgbt. Per questo un sindaco colto come Marino ha scelto di inondare la città di pace, uguaglianza e diritti, inclusi quelli civili. Perché, come me, sa che non esiste pace senza diritti, senza uguaglianza, senza rispetto per tutti”.

Sembra però che la decisione di Marino non accolga il favore di tutti, così le luminarie della “pace” finiscono con il mettere discordia. “Un’ idea provocatoria e ideologica – attacca Fabrizio Ghera, capogruppo di Fratelli d’Italia in Campidoglio – chiediamo a Marino di intervenire per modificare il tappeto di luci e trasformarlo in un tricolore come avvenne nel 150° anniversario d’Italia. Oppure si potrebbe optare per i colori della città – conclude Ghera – L’arcobaleno è un’insensatezza, non c’è un filo conduttore”.

ACCENSIONE DEL GRANDE ALBERO DI NATALEE se il colore delle luci cambia, l’azienda che si occupa dell’organizzazione rimane quella scelta da Alemanno. Infatti sarà ancora una volta la “Laura Rossi International” ad occuparsi di reperire i fondi degli sponsor per rendere meno gravosa la spesa al Campidoglio. Anche se negli scorsi anni si erano sollevate alcune polemiche riguardo una pessima gestione da parte della Rossi che non avrebbe operato oculatamente, costringendo Roma Capitale a sborsare più del dovuto.

Nessun problema invece per il grande albero che verrà allestito in Piazza San Pietro. Quest’anno l’abete, alto 25 metri, arriverà a Roma direttamente dalla Baviera giovedì 5 dicembre e sarà sistemato accanto ad altri 60 alberi più piccoli.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti