Nel Distretto Sanitario di via Giacomo Bresadola, utenti allo sbaraglio

Urge un adeguato e tempestivo servizio Informazioni
Alessandro Moriconi - 4 Aprile 2019

Nel distretto Sanitario di via Giacomo Bresadola della odierna Asl C fervono ancora i lavori dell’ennesima ristrutturazione che sicuramente avrà riscontri positivi con servizi che da accorpamento ad accorpamento sembrano non trovare pace. Altrettanto non si può dire sul versante dell’accoglienza per le centinaia di utenti che ogni giorno hanno bisogno di effettuare una semplice pratica o una visita programmata, magari da mesi.

Di solito già il vialetto che ci porta all’accesso allo storico poliambulatorio ex Inam lascia prevedere quanto ci accadrà all’interno.

Il Distretto di via Bresadola a Centocelle è facile da raggiungere da qualsiasi quartiere del Municipio V e da quelli confinanti. Inoltre vanta una riconosciuta eccellenza dei suoi servizi, come il gabinetto di analisi cliniche in un ristrutturato 3° piano e la radiologia al 2°, e anche un servizio ecografico completo e una medicina specialistica, e tutto questo fa si che gli accessi giornalieri, anche per il servizio CUP si contano a centinaia.

Ma l’insieme di queste cose che non esitiamo a definire positivo, si scontra con la carenza di un indispensabile servizio Informazione. Infatti da tempo esiste il solo gabbiotto nell’ampio salone con un Vigilante a cui però non spetta il compito e non può certo dare informazioni complete ed esaustive.

Ed ecco che gli utenti, complici anche una informazione affidata a cartelli più o meno visibili, iniziano presto a spazientirsi, mugugnare e qualche volta ad alzare anche la voce nei confronti di un incolpevole personale agli sportelli o con chiunque indossi un camice bianco.

Dal 1° aprile 2019 poi, è subentrato il panico. E questo anche in coincidenza e a causa dell’annuale rinnovo dell’esenzione dal ticket per motivi reddituali  (quelle per Patologia sono state trasferite presso il Distretto del Santa Caterina in via Forteguerri).

Occorre quindi che la Direzione Aziendale corra ai ripari rendendo tra l’altro il Distretto di via G. Bresadola come tutti gli altri.
Proprio così, perché il Servizio Informazioni è in essere e ottimamente funzionante in tutti gli altri Presidi Sanitari ad iniziare da quello di via degli Eucalipti e non si capisce perché non lo sia in questa importante e frequentata struttura.

Noi abbiamo raccolto le proteste dei cittadini, adesso spetta alla Direzione Generale dare le adeguate risposte.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti