Nel parco di Villa Ada ‘Alla fonte della Cultura’, ripulita la fontana esterna di Villa Polissena

Enzo Luciani - 20 Dicembre 2011

In occasione delle “Giornate di occupazione culturale” per l’edizione 2011 della campagna “Abbracciamo la Cultura”, i volontari del Circolo Legambiente “Sherwood” hanno organizzato la mattina del 18 dicembre 2011 l’iniziativa “Alla fonte della Cultura” con la pulizia della fontana esterna in abbandono di Villa Polissena, nei boschi dello splendido parco di Villa Ada.

Villa Polissena fu la residenza regalata nel 1925 da Vittorio Emanuele III alla sua secondogenita principessa Mafalda di Savoia – destinata a tragica morte nel 1944, internata dai nazisti nel lager di Buchenwald – in occasione del suo matrimonio con Filippo d’Assia. La Villa ha tre bellissimi giardini tematici: uno all’italiana, uno “pompeiano” e il terzo in stile giapponese, con altrettante fontane. All’esterno del perimetro di Villa Polissena, nel comprensorio di Villa Ada, c’è una quarta fontana di fattezze simili a quella barocca del Giardino all’italiana. Questa fontana versa in uno stato di abbandono ed è stata danneggiata dai vandalismi subiti nel corso dei decenni.

"Abbiamo scelto di prendercene cura – dichiarano i responsabili di Circolo Legambiente “Sherwood” – dopo un primo intervento di recupero effettuato nel settembre 2010 con ‘Puliamo il Mondo’, per riaffermare l’importanza delle ville storiche di Roma e dei gioielli spesso sconosciuti che custodiscono. Riteniamo aberrante e inaccettabile che l’attuale principio ispiratore del Campidoglio per gli interventi nelle ville storiche sia solo quello del ritorno economico, improntato all’immediata’“messa a reddito’ e alle esigenze di ‘fare cassa’, con una svendita e una privatizzazione strisciante (come dimostra la proposta di Alemanno di collocare la Casa della Moda nelle ex Scuderie di Villa Ada). Ben altro rispetto meritano questi beni storico-ambientali pubblici, unici e irriproducibili."


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti