Niente Imu 2012 alla Chiesa (come previsto) – Volpi

Fatti e misfatti di ottobre 2012 di Mario Relandini
Enzo Luciani - 9 Ottobre 2012

Niente Imu 2012 alla Chiesa (come previsto)

"Se il Consiglio di Stato ha bocciato il decreto del Governo che avrebbe dovuto sancire il pagamento dell’Imu, da parte della Chiesa, per i suoi immobili commerciali – ha osservato il segretario del Psi, Riccardo Nencini – tre le ipotesi: o il Ministro Grillli e il professor Monti non sanno fare il loro mestiere (visto che, in otto mesi, non sono riusciti a scrivere una norma così essenziale per i conti pubblici) o la norma è stata scritta tardi e male a bella posta (contando proprio sulla bocciatura) o, ancora, il Consiglio di Stato riceve i suggerimenti del Vaticano".

"Tutti devono pagare l’Imu – ha subito rassicurato il Ministro Grilli – e, quindi, la norma che si riferisce agli immobili commerciali della Chiesa sarà riscritta". E ci mancava pure che non fosse così. Servirebbe, però, che a riscriverla fosse chiamata, per sicurezza, una persona che sappia fare il proprio lavoro, che non la scriva tardi e male di proposito e che sia laicamente ed istituzionalmente sorda alle preghiere tutt’ altro che spirituali di Oltretevere. Persone così non è che non ci siano: basta onestamente cercarle e affidare loro il giusto ed urgente mandato.

Volpi

"Io – ha annunciato, sembra definitivamente, Silvio Berlusconi – mi faccio da parte per il bene del Paese".

Ma non è che a Silvio Berlusconi, per ingannare magari il tempo tra un viaggio in Kenia dal suo amico Briatore e uno a Mosca dal suo amico Putin, sia venuto lo sfizio di rileggersi le favole di Esopo? L’avrebbe colpito, in questa evenienza, la favole della volpe e l’uva. Lui la volpe, il prossimo "premierato" l’uva. La volpe esopiana che, nonostante i suoi balzi, non riesce a raggiungere il bel frutto maturo e, allora, se ne va dicendo "non mi va di spendere troppe energie per un frutto ancora acerbo". La volpe Silvio che, nonostante i suoi balzi, non riesce a raggiungere la sicurezza di un nuovo Palazzo Chigi e, allora, se ne va dicendo "lo faccio per il bene del Paese"..


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti