Sport  

Niente sorpasso per la Roma, ma il quarto posto Champions è a un passo

La situazione in campionato e nella corsa alla 'coppa con le orecchie' dopo il lunedi di Pasquetta 2019
Redazione - 24 Aprile 2019

L’1 a 1 contro l’Inter deve essere visto come un bicchiere mezzo pieno. Vi spieghiamo perché.

Un sogno di sorpasso, quello della Roma sul Milan nel campionato di serie A, accarezzato per una quarantina di minuti a San Siro. Il tempo che passa tra il primo gol, bellissimo, di Stephan El Shaarawy (migliore in campo tra i giallorossi insieme a Mirante) e il pareggio dell’Inter con un colpo di testa di Ivan Perisic. 1 a 1 e palla al centro, un risultato che, a guardare bene, forse accontenta entrambe le squadre.

Quasi tutto fatto per Spalletti

Il pareggio nerazzurro consente agli uomini di Spalletti di mantenersi a +5 dai cugini rossoneri e scongiurare un imprevedibile ritorno della Roma. L’Inter ha sofferto per i primi 45 minuti ma poi, grazie anche all’inserimento di Icardi e il cambio di modulo a due punte, riuscita a prendere le contromisure ai giallorossi e chiuderli nella propria area.

Adesso sono solo due i grandi scogli da qui alla fine del campionato nella lotta a sei squadre per un piazzamento Champions. Il primo si chiama Juventus, che però è fresca Campione d’Italia. Il secondo, tra quattro giornate, è quello del Napoli, altra squadra priva di qualsiasi obiettivo, ma comunque sempre in grado di poter far male.

Il Milan trema ma il calendario sorride

Il gol di Bruno Alves, con cui il Parma ha pareggiato la rete di Castillejo, rischiava di complicare clamorosamente la corsa Champions degli uomini di Gattuso, che ora si ritrovano ad un solo punto dalla Roma.

A guardare bene i prossimi impegni, però, il Milan sembra la grande favorita: Torino, Bologna, Fiorentina, Frosinone e Spal non sembrano avversari così insormontabili. Attenzione alla lotta salvezza però, che potrebbe rendere velenosa la sfida con i felsinei.

Kolarov ha ragione: il quarto posto sarebbe un miracolo

Kolarov ha ragione: il quarto posto sarebbe un miracolo. Con queste parole rilasciate poco prima del match contro l’Inter, il terzino romanista parlava dell’eventualità di un ingresso in Champions per la Roma.

L’ultima giornata di campionato, che ha visto la Lazio perdere clamorosamente contro il Chievo e il Milan bloccarsi contro il Parma, poteva essere la grande occasione per il sorpasso. Alla fine non è arrivato, ma in una giornata in cui si dovevano, sulla carta, perdere punti, la squadra di Ranieri è stata capace di mantenere intatto il distacco e anzi mangiare un punto ai cugini biancocelesti.

Adotta Abitare A

Adesso il calendario dice Cagliari, Genoa, Juventus, Sassuolo e Parma. Poche motivazioni, pochi obiettivi per queste squadre. Ma la Roma ci ha sempre abituati a grandi scherzi.

Le speranze di Atalanta e Lazio

La giornata pasquale di Serie A si è chiusa lunedì sera con il match tra Atalanta e Napoli. La Dea ha agganciato il Milan al quarto posto, ma il suo calendario è tra quelli peggiori: Lazio e Juventus da sfidare, oltre alle gare con Udinese, Genoa e Sassuolo da giocare in casa. Gasperini riuscirà a stupirci?

La sconfitta per 2 a 1 contro il Chievo già retrocesso, invece, è forse la pietra tombale alle speranze Champions della Lazio. Quattro punti la separano dal quarto posto, ma la lucidità mentale e la freschezza dei calciatori sembra essersi volatilizzata. Il calendario li vede impegnati fuori casa contro Sampdoria, Cagliari e Torino, mentre tra le mura amiche dell’Olimpico se la vedranno con Atalanta e Bologna. Decisivo sarà lo scontro diretto con gli orobici. Per il resto si deve, semplicemente, vincere sempre.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti