No a discarica Monti dell’Ortaccio

Il 4 settembre manifestazione di protesta
Enzo Luciani - 3 Settembre 2012

Martedì 4 settembre si svolgerà una fiaccolata di protesta contro la realizzazione della discarica provvisorio a Monti dell’Ortaccio, in XV Municipio. 

Alla mobilitazione, che si terrà presso la chiesa di Ponte Galeria alle ore 20, hanno aderito già numerose personalità. 

Il sito – fa sapere Federico Rocca Consigliere di Roma Capitale  – presenta anche dei problemi idrogeologici ma su questo tutto tace e anche il fatto che si trovi vicino a Malagrotta sembra non interessare né al Commissario né al Ministro, ai quali vorrei regalare un soggiorno di una settimana da quelle parti.

Farmacia Federico consegna medicine

Alla fine sono più che convinto che non rilascerebbero le stesse dichiarazioni e assumerebbero altre decisioni.
E’ da irresponsabili insistere sulla Valle Galeria e spero che lo comprendano prima che i cittadini arrivino a occupare fisicamente tutte le strade della zona per impedire questo scempio. Sarò al loro fianco e li sosterrò in questa battaglia nella speranza che si possa evitare la realizzazione della discarica a Monti dell’Ortaccio".

L’adesione arriva anche dal presidente della Commissione Sicurezza di Roma Capitale Fabrizio Santori. “Non staremo a guardare la finale devastazione della Valle Galeria – commenta – che si vorrebbe offrire in sacrificio ai demoni dell’incapacità, delle beghe economiche e della tracotanza, per questo aderisco con determinazione alla fiaccolata organizzata dal Popolo della nebbia per dire “no” alla costruzione della discarica provvisoria a Monti dell’Ortaccio".

Nella Capitale troppe scelte provvisorie sono diventate poi definitive, basti pensare alle numerose autorizzazioni rilasciate per il Giubileo o per eventi straordinari, o ai residences adoperati per fronteggiare l’emergenza abitativa e poi rimasti. Un solo esempio su tutti, proprio nel XVI Municipio, è il residence Bravetta, che doveva essere destinato all’emergenza abitativa temporanea e che invece ha tenuto il quartiere nella morsa del degrado per oltre vent’anni”. 

“Si continua con ottusa protervia a parlare di questo sito, eludendo senza pudore le procedure di legge, ignorando il carico inquinante che l’intera area di Roma ovest già sopporta da decenni, il veto ripetuto di Roma Capitale, Provincia e Regione, e la direttiva della Ue. Ci aspettiamo che il sindaco di Roma Capitale Gianni Alemanno e il presidente della Provincia Nicola Zingaretti vengano a manifestare con la fascia a tracolla ribadendo il “no” delle istituzioni. Vogliamo capire: come mai altri siti nell’elenco delle aree possibili non sono stati neppure portati in Conferenza dei servizi?”, conclude Santori.

Nel frattempo segnale positivi sembrano arrivare direttamente al presidente del XV Municipio. "Sono molto soddisfatto – afferma PAris -per la disponibilità espressa dal prefetto Sottile rispetto alla mia domanda di convocare il Municipio XV alla Conferenza dei servizi, che dovrà decidere le sorti dell’area dei Monti dell’Ortaccio. Venerdì scorso, ho fatto questa richiesta perché ritengo giusto che si rispettino – anche questa volta – i Regolamenti per cui l’Organo di governo più vicino al territorio viene coinvolto nelle scelte che lo riguardano. In questo caso la scelta è delicatissima perché si tratta del sito per la nuova discarica temporanea che riguarda tutta la città e non solo questo Municipio.
Noi andremo all’appuntamento per portare le notizie disponibili con la massima efficienza. Proprio per questo ho convocato per domani un sopralluogo a Monti dell’Ortaccio, considerando mio preciso dovere il verificare di persona, ancora una volta, lo stato dei luoghi”.


Dicci cosa ne pensi per primo.

Commenti